Home / News / 37 anni di “Too Old to Rock ‘n’ Roll: Too Young to Die!”

37 anni di “Too Old to Rock ‘n’ Roll: Too Young to Die!”

Jethro Tull - Too Old To Rock’N’ Roll

Il 23 aprile 1976 i Jethro Tull pubblicano il loro nono album in studio, Too Old to Rock ‘n’ Roll: Too Young to Die! Il concept album, concepito come musical teatrale, ha come protagonisti persone con stili di vita diversi: un rockettaro invecchiato, una casalinga, un artista, ecc. Le canzoni furono scritte nel 1975 da Ian Anderson e David Palmer adattandole alla voce di Adam Faith, pop-star degli anni settanta che avrebbe dovuto esibirle in scena. Per diversi motivi, ancora oggi poco chiari, il progetto fu abbandonato, ma il lavoro era già ben definito, soprattutto la parte riguardante la rock-star, e fu così che Anderson decise di tenerla buona per confezionare un nuovo album basato soprattutto sulla figura di Ray Lomas, vecchio rocker fuori moda sia nell’aspetto che nello stile di vita e che troverà un ritorno di celebrità dopo essere stato in fin di vita per un pauroso incidente motociclistico.

La formazione che registra l’album vede: Ian Anderson (voce, chitarra acustica, flauto traverso, armonica a bocca, chitarra elettrica, percussioni), Martin Barre (chitarra elettrica), John Evan (pianoforte), Barriemore Barlow (batteria, percussioni) e John Glascock (basso, voce).

Ad aprire l’album è “Quizz Kid”, brano che critica i quiz televisivi in voga fra gli anni sessanta e settanta, e che descrive la figura del partecipante, un cittadino comune che viene esposto al giudizio del pubblico. Segue “Crazed Institution” in cui il tema principale è la vita di una rockstar. All’inizio l’immagine della star viene presentata come una persona convinta di essere diventata qualcuno. Raggiunto l’apice del successo, però, inizia a sentire il fiato sul collo, scoprendo in fondo di non essere quel gran personaggio che la gente crede. “Taxi Grab” descrivere invece la vita frenetica della città. Tenendo presente la storia a fumetti di Ray Lomas che contorna l’album, la parte finale della canzone presenta un furto di un taxi, molto probabilmente da parte dello stesso Ray, lasciato incustodito dall’autista con le chiavi ancora inserite. In “From A Dead Beat To An Old Greaser” Ray Lomas, vecchia rockstar ormai sessantenne, viene confrontato con qualcuno di una generazione precedente che, come lui, non riesce ad abbandonare il passato, rimanendo attaccato alle sue idee e mode. Ray è annoiato dalle storie che lui gli racconta e lo abbandona. La title track racconta la morte del vecchio rocker Ray Lomas che, non accettando il passare degli anni, tira fuori la sua moto per andare a schiantarsi in autostrada.

Check Also

ProgStock 2017 – Il programma

ProgStock 2017 – Il programma

Tutto pronto per il ProgStock 2017 che si terrà a Rahway, negli USA, dal 13 …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *