Home / News / 39 anni di “Starless and Bible Black”

39 anni di “Starless and Bible Black”

King Crimson - Starless and Bible Black

Il 29 marzo 1974, ad un anno circa da Lark’s Tongue In Aspic, i King Crimson pubblicano il loro sesto album: Starless and Bible Black. Il titolo dell’album è una citazione tratta da “Under Milk Wood” di Dylan Thomas.

L’album è in realtà la registrazione di un concerto del 1973 all’Amsterdam Concertgebow rifinita in studio.

Sebbene fin dal loro esordio i King Crimson abbiano sempre utilizzato i concerti come “laboratorio” per sviluppare ed arrangiare i loro pezzi, nonché per crearli ex novo attraverso l’improvvisazione pura, quest’album è il loro primo a obbedire ad una strategia più radicale, che Fripp adotterà altre volte negli anni seguenti: trarre materiale inedito per un nuovo album direttamente dalle registrazioni dei concerti, abbattendo la separazione fra palco e sala d’incisione e creando di fatto un ibrido tra album live e album in studio. Su un totale di 46 minuti di durata dell’album, infatti, ben 34 sono registrati dal vivo in concerto e solo parte di questi venne successivamente sottoposta a “rifinitura” in studio di registrazione.

L’album vede nel lato A: “The Great Deceiver”, “Lament”, “We’ll Let You Know”, “The Night Watch”, “Trio” e “The Mincer”; nel lato B la titletrack e “Fracture”.
http://youtu.be/yobcwSYmdew

Check Also

HP_Card_Prog Italia n.15

Prog Italia: dal 17 novembre in edicola il numero 15

Prog 15 è in arrivo… dal 17 novembre nelle edicole italiane, per quanto è possibile. Doppia …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *