Home / News / 42 anni di “Aqualung”

42 anni di “Aqualung”

Jethro Tull - Aqualung

Il 19 marzo del 1971 vede la luce il quarto album dei Jethro TullAqualung. L’opera cattura l’attenzione del pubblico per via dell’inquietante cover raffigurante un clochard, somigliante in tutto al leader della band Ian Anderson. L’espressione grottesca e minacciosa del volto di Aqualung intimorisce l’osservatore e sembra preludere ai testi duri e scabrosi dell’album. La miserabile vita di Aqualung (barbone pedofilo), le sue relazioni interpersonali e soprattutto le parole di sdegno rivolte al Creatore esprimono una feroce critica alla società e alla Chiesa Anglicana.

Aqualung, senza dubbio il brano più noto nella produzione della band, riassume la dura e aspra vita dell’omonimo senza tetto. Cross-Eyed Mary racconta la vita difficile di una ragazza di umili origini, affetta da strabismo, che si prostituisce concedendosi solo a uomini che versano nelle sue stesse condizioni economiche, i quali si rivolgono molto spesso a lei essendo l’unica disposta a concedersi a loro. Wond’ring Aloud elogia il sentimento dell’amore, all’interno di una relazione sentimentale o di un rapporto di amicizia. Up To Me è dedicata, invece, alla vita della classe operaia. Hymn 43 critica l’ipocrisia della gente, nella fattispecie i cristiani, che “predicano bene e razzolano male”. In “Aqualung” Anderson attacca ferocemente il perbenismo e l’ipocrisia della società e il moralismo delle religioni, portando sotto gli occhi di tutti le storie di reietti, emarginati.

Un capolavoro assoluto del progressive rock inglese che, a quarantadue anni dalla sua pubblicazione, risulta ancora di grandissima attualità!

Check Also

Rock au Chateau

Rock au Château 2017

Tutto pronto per il Rock au Château 2017 che si terrà a a Villersexel in …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *