Home / Artisti e gruppi / Calibro 35

Calibro 35

I Calibro 35 nascono a Milano, nel 2007, con l’idea di riproporre musiche e situazioni tipiche delle colonne sonore dei film polizieschi e degli action thriller degli anni settanta. Il rinnovato interesse per questo genere musicale, riscoperto e apprezzato anche da Quentin Tarantino, ha spinto i Calibro 35 a reinterpretare i temi più noti dei maestri del genere quali: Morricone, Bacalov, Micalizzi, i fratelli De Angelis, Cipriani, Ortolani e molti altri.

I musicisti coinvolti nel progetto sono: Enrico Gabrielli (organi, fiati), Massimo Martellotta (chitarre, lap steel), Fabio Rondanini (batteria, percussioni), Luca Cavina (basso) e Tommaso Colliva (produzione). Così schierati, i quattro musicisti, tra chitarre fuzz, organi distorti, bassi ipnotici e funky grooves, fanno rivivere le tipiche atmosfere musicali del cinema “poliziottesco” italiano degli anni settanta.

Nel 2008 viene pubblicato il primo capitolo che prende il nome di “Calibro 35”. L’album contiene le prime registrazioni che includono dodici omaggi ai grandi maestri, ma anche due composizioni originali che seguono lo stesso percorso. Viene aggiunta anche una bonus track, la versione del brano “L’appuntamento”, originariamente interpretato da Ornella Vanoni, con la voce di Roberto Dell’Era. Nel 2009 viene registrata la versione di “Tutta donna”, brano originariamente interpretato da Lola Falana, con la voce di Georgeanne Kalweit.

Il gruppo cerca di ritrovare il suono, l’attitudine e quella coesistenza di generi che hanno reso famoso in tutto il mondo il gusto italiano nella musica per le immagini. Non è un caso che le prime esibizioni del gruppo siano avvenute all’estero, in Lussemburgo e in Belgio, e che importanti network come BBC, KCRW e Radio RAI (“Notte in Bovisa” diventa la sigla di Radio Due Live) abbiano trasmesso brani della band. Nel Novembre 2009 “Calibro 35” vince il premio PIMI come Miglior Tour.

Nel frattempo il gruppo si chiude in studio per registrare la colonna sonora di “Eurocrime” documentario americano sui polizieschi italiani e per lavorare al nuovo disco. “Ritornano Quelli di…” viene pubblicato nel febbraio del 2010, ricevendo unanimi consensi da parte della stampa. L’album contiene cinque brani tratti da pellicole italiane degli anni ’70 come: “5 bambole per la luna d’agosto”, “Milano Odia”, “Il consigliori”. Ma la vera novità è la presenza di brani originali (ben otto) che sanciscono la capacità della band di ricreare oggi le atmosfere che resero celebri anni fa le colonne sonore italiane.

La band inaugura il suo tour estivo di quell’anno aprendo il concerto dei Muse allo stadio San Siro di Milano e partecipando al “Nova Rock Festival” in Austria. “Ritornano Quelli di…” viene poi pubblicato in Inghilterra e Stati Uniti in luglio, mentre nel settembre successivo “Calibro 35” riceve il premio “KeepOn” come “Migliore Live band italiana”. Dopo aver creato l’intera colonna sonora per il film “Said”, i Calibro 35 compongono alcuni brani per i film “Gli Angeli del Male” di Michele Placido e “La Banda Del Brasiliano” di John Snellinberg. Il brano“Convergere in Giambellino” è incluso nella colonna sonora del film “R.E.D.” con Bruce Willis e John Malkovich. Un brano del gruppo è inoltre incluso nella compilation della serie televisiva “Romanzo Criminale“.

Il 13 marzo 2010 viene registrato dal vivo il 7” “Deathwish” al Bronson di Ravenna. Il singolo, pubblicato nel 2011 dalla Bronson Produzioni, contiene “Deathwish Pt. 1” e “Deathwish Pt. 2”, cover di Herbie Hancock.

Nel dicembre 2010 esce “Rare”, raccolta di musiche da film, B-side, versioni alternative e inediti dell’archivio sonoro della band e per tutto l’anno seguente la band continua a calcare i palchi internazionali partecipando al “SXSW” di Austin, Texas, e concedendosi un breve tour in Turchia dove la data ad Istanbul è sold out. In Italia l’attenzione si sposta su due progetti speciali dal vivo: la sonorizzazione del film “Milano odia: la Polizia non può sparare” (regia di Umbero Lenzi, musiche di Ennio Morricone) registra il tutto esaurito sia a Roma che a Milano, mentre l’evento speciale “Indagine sul cinema del brivido” apre alla band le porte del Teatro dal Verme di Milano.

Il nuovo disco “Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti accaduti è puramente casuale” esce il 7 febbraio 2012 su Venus dischi (versione in vinile su Tannen Records) e contiene ben dieci brani inediti e due gemme dal passato. L’album viene interamente registrato a Brooklyn, New York, e rappresenta un ulteriore step nel percorso musicale del quartetto strumentale; il suono è ancora più spurio e contaminato ma non perde le fondamenta funk da cui Calibro 35 proviene. Il successo di critica e di pubblico è ancora una volta enorme e la band va in tour riempiendo ogni sera i club di tutta Italia.

Ad inizio estate, dopo una pausa di due mesi dall’attività live, i Calibro 35 si rimettono in strada per macinare più di 3000 km, con una nuova tranche di concerti in Italia e in Europa dell’est. Tra le date spiccano l’apertura per concerti-evento come quello che segna il ritorno degli Afghan Whigs, a Bologna,  e quella per la diva del soul Sharon Jones, a Bari, il live a Belgrado – prima del quale è stato proiettato per la prima volta in una nazione dell’Est Europa il documentario Eurocrime (di cui i Calibro 35 hanno curato la colonna sonora) – oltre che la presenza come headliner alla prima serata del “Festival Mi Ami 2012”. Il 10 luglio, inoltre, esce negli USA la versione americana del disco, pubblicata dalla newyorkese NUBLU Records: il chilometrico titolo è stato tradotto in “Any resemblance to real persons or actual facts is purely coincidental”.

Il 5 novembre 2012 viene pubblicato “Dalla Bovisa a Brooklyn”, il nuovo Ep dei Calibro 35. Ad accompagnarlo un extra speciale: il fumetto scritto da Marco Philopat e disegnato da Gianfranco Enrietto.

Il 20 aprile 2013 i Calibro 35 pubblicano la colonna sonora di “Said”, un pulp di Joseph Lefevre di produzione italo-spagnola “tutto mafia e violenza”, dalla quale viene tratto il singolo “Ragazzo di strada”, cover dei Corvi a cui partecipa Manuel Agnelli degli Afterhours.

Il 21 ottobre dello stesso anno, grazie agli sforzi della rinomata etichetta Record Kicks, label di riferimento della scena soul-funk mondiale, i Calibro 35 pubblicano il loro quarto album in studio, “Traditori di Tutti”, anticipato a settembre dal singolo “Giulia mon amour / Notte in Bovisa”.

Il 15 maggio 2014 la band pubblica sempre per la Tannen Records una nuova colonna sonora, “Sogni di gloria”, film di John Snellinberg, in collaborazione con CG Home Video / Toscana Film Commission / Regione Toscana.

Il 10 luglio 2014 i Calibro 35 pubblicano l’album digitale “RAI Radio 1 – Musiche per sonorizzazioni e programmi”, scaricabile gratuitamente dal loro profilo bandcamp. L’album raccoglie le nuove e originali musiche che rivoluzionano il sound della rete: “Radio 1”, “Giornale Radio”, “Meteo Radio”, “Onda Verde” e “Radio 1 Sport”.

Reduci dal campionamento in “Compton” di Dr.Dre, il 16 ottobre 2015 i Calibro 35 pubblicano “Bandits on Mars”, singolo disponibile in 45 giri limited edition e download digitale con bonus track “CLBR35”. Il singolo anticipa l’uscita di “S.P.A.C.E.”, quinto album in studio della band pubblicato sempre dalle Record Kicks il 6 novembre 2015. In questo nuovo concept il combo milanese si affida ancor più a synth, MiniMoog e ARP Odyssey, per ricreare quell’immaginario da colonne sonore SciFi, con un occhio di riguardo per le sonorità prog anni ’70. L’opera è una sorta di colonna sonora funk di un immaginario film di fantascienza diretto da Sergio Leone.

Il 29 gennaio 2016 viene pubblicato il super ltd 45 giri arancione trasparente “S.P.A.C.E.” con la grafica spaziale ancora una volta curata da Luca Solo Macello.

Per maggiori info: www.calibro35.com

 

Formazione:

Massimo Martellotta: chitarre, lap steel

Enrico Gabrielli: organi, fiati

Luca Cavina: basso

Fabio Rondanini: batteria, percussioni

Tommaso Colliva: produzione

 

Discografia:

2008 – Calibro 35 (Cinedelic)

2010 – Ritornano quelli di… (Ghost Records)

2010 – Rare (Ghost Records)

2011 – Deathwish (singolo, Bronson Produzioni)

2012 – Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale (Tannen Records/Venus Dischi)

2012 – Dalla Bovisa a Brooklyn (Ep, Tannen Records/Audioglobe)

2013 – Said – Colonna Sonora Originale (Tannen Records)

2013 – Ragazzo di strada (feat. Manuel Agnelli) (Tannen Records)

2013 – Giulia mon amour / Notte in Bovisa (Record Kicks)

2013 – Traditori di Tutti (Record Kicks)

2014 – Sogni di gloria – Colonna Sonora Originale (Tannen Records)

2014 – RAI Radio 1 – Musiche per sonorizzazioni e programmi (Digital album)

2015 – Bandits on Mars / CLBR35 (Record Kicks)

2015 – S.P.A.C.E. (Record Kicks)

2016 – S.P.A.C.E. (singolo, Record Kicks)

Fotogallery

  • Calibro 35
  • Calibro 35
  • Calibro 35
  • Calibro 35
  • Calibro 35
  • Calibro 35
  • Calibro 35
  • Calibro 35
  • Calibro 35
  • Calibro 35
  • Calibro 35
  • Calibro 35
  • Calibro 35
  • Calibro 35
  • Calibro 35

Check Also

Quartech - band 2017

Quartech

I Quartech nascono a Roma nel dicembre 2010 da un’idea di Francesco Bianchi (tastierista/compositore). Grazie …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *