Home / Recensioni / Lorø – Hidden Twin

Lorø – Hidden Twin

Loro (2018) Hidden TwinLORØ

Hidden Twin (2018)

Brigante Records & Productions / Cave Canem DIY / DIO))) DRONE / Drown Within Records / In The Bottle Records

Il 1° marzo 2018, a tre anni dalla pubblicazione di “Lorø“, omonimo album di debutto, il temibilissimo trio strumentale composto dai padovani Mattia “Mat” Bonafini (synth, basso), Alessandro “Boniz” Bonini (batteria), Riccardo “Cikas” Zulato (chitarra, voci) dà alle stampe Hidden Twin, secondo lavoro in studio realizzato in collaborazione con Brigante Records & Productions, Cave Canem DIY, Dio Drone, Drown Within Records e In The Bottle Records.

L’album segna un capitolo più maturo nell’evoluzione artistica del progetto, dove ferocia e spontaneità prendono il sopravvento sull’eleganza stilistica dimostrata nel primo lavoro. La base dei sette ferocissimi brani che compongono l’album è metallica, ma non mancano le sperimentazioni industrial, elettroniche, math-rock, noise, progressive, jazz, metal, sludge, trip hop, distintive della band.

Fin dall’opener Low Raw si avverte il marcato inasprimento del sound del power trio, reso qui ancor più ipnotico, destabilizzante e corrosivo. Se l’apporto ritmico di Mat e Boniz si evolve su strutture di maggior complessità e articolazione, la chitarra di Cikas vomita riff brutali e diretti che innescano una tiratissima sfuriata industrial.

Sullo stesso binario viaggia anche Choke, viscoso sludge metal retto da riff motoristici che marcano l’oscura e marziale scansione ritmica. La voce filtrata di Cikas, nel ripercorrere le annichilenti litanie di Blixa Bargeld, candida il brano a diventare la “Tanz Debil” dei Lorø.

Last Gone rovista tra le rovine di una sofferta separazione metabolizzata con lucidità e freddezza estreme, non senza dolorose conseguenze e una dose di malinconica amarezza (“Love is a lie, i love to lie / You lied, lied to me / Sweep down your fails / I don’t miss you… / No I miss you / But sky is still blue”). Le convulse spire tracciate dai riff di un disumano Cikas finiscono per generare un asfissiante vortice che risucchia tutto, per poi rigurgitare un ruvido stoner tormentato da reiterazioni post-rock e tremori sintetici.

La pachidermica Deaf’s Hymn si contorce in lente mutazioni sludge doom metal, circolari, ipnotiche, a tratti aliene. Le incursioni elettroniche e le interferenze spacey sfaldano il granitico muro sonoro del trio con  insoliti varchi psych.

Scorie del primo lavoro si possono trovare in Point&Comma. Dalle acide torture noise alle bordate soniche, ai riff matematici, tutto sembra ricondurre all’inarrestabile e denso flusso di “Pollock”. Non è un caso se a tener banco qui sono le ritmiche scomposte di Mat e Boniz e non l’abrasiva chitarra di Cikas. Quest’ultimo arriva addirittura a mollare l’elettrica per lanciarsi in un aggrovigliato blues rock avvinazzato e barcollante, in stile O.R.k., che si estende fino all’apertura di Hidden Twin. Proprio l’insolito sviluppo della title track apre nuovi scenari sonori che contemplano oscure trame psycho-noise, spunti post-rock, sludge doom, math-rock e fughe spaziali.

La conclusiva Inerxia, Drive Me as Only you can do riesce a spingersi oltre. Cavalcando la più nera e claustrofobica vena creativa del trio, la traccia mostra la natura orrorifica e disumana di Hidden Twin facendo emergere il malvagio gemello nascosto, il tenebroso parassita, la metà oscura.

Da marzo disponibile in 200 copie su CD e da aprile in una tiratura limitata di 200 copie in vinile, anche Hidden Twin come il suo predecessore è stampato in serigrafia e confezionato a mano.

Per maggiori info: Lorø | Facebook | Bandcamp

Fotogallery

  • Lorø – Hidden Twin
  • Lorø – Hidden Twin
  • Lorø – Hidden Twin
  • Lorø – Hidden Twin
  • Lorø – Hidden Twin

Check Also

gravitysays_i (2016) Quantum Unknown

Gravitysays_i – Quantum Unknown

GRAVITYSAYS_I Quantum Unknown (2016) Inner Ear Records Gravitysays_i è un progetto musicale nato ad Atene, …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *