Nosound

Nosound - band 2013

Nati nel 2005 come progetto solista del chitarrista e cantante Giancarlo Erra, i Nosound sono attualmente una full band considerata dalla critica musicale come uno dei più interessanti gruppi della nuova scena post/art rock europea. La musica dei Nosound è intensa ed evocativa, grazie anche a un songwriting estremamente personale, con un sound che combina elementi di psichedelia, progressive, ambient e post rock.

Il debutto discografico arriva nel 2005 con la pubblicazione di “Sol29”, album realizzato in realtà dal solo Erra che guadagna rapidamente l’attenzione di tutta Europa. La pressante richiesta di spettacoli dal vivo spinge Erra a mutare il suo progetto solista in una vera e propria band.

Nel 2006 i Nosound intraprendono un breve tour documentato dal dvd live “The World is Outside”, distribuito dall’etichetta discografica indipendente inglese Burning Shed.

Nel 2007 la band si assesta così: Giancarlo Erra (voce, chitarra, tastiere), Paolo Martelacci (tastiere e voce), Paolo Vigliarolo (chitarra acustica, chitarra elettrica), Alessandro Luci (basso), Gigi Zito (batteria, voce). Il 24 febbraio dello stesso anno, durante un’esibizione live alla Stazione Birra di Roma, la band registra “Slow, It Goes”, live album pubblicato in 100 copie autografate, che contiene quattro tracce estratte da “Sol29” e il video promozionale di “Lightdark”. Segue, sempre nel 2007, la pubblicazione dell’Ep “Clouds”, che raccoglie tracce non incluse in “Lightdark”.

Nel 2008 viene pubblicata la versione rimasterizzata di “Sol29” che presenta, oltre alle dieci tracce della versione originale, anche due bonus tracks. In contemporanea esce il loro secondo attesissimo album, “Lightdark”, il primo realizzato in studio dalla formazione completa (con Gabriele Savini alla chitarra acustica). L’album, registrato tra il 2006 e il 2007 in Italia, Inghilterra e Stati Uniti, viene inizialmente pubblicato dalla Burning Shed in edizione limitata. “Lightdark” vede le importanti collaborazioni del cantante Tim Bowness (No-Man) e della violoncellista Marianne de Chastelaine. Nel luglio dello stesso anno la band firma per l’etichetta inglese Kscope / Snapper (Steven Wilson, Porcupine Tree, Anathema, Ulver, e molti altri). Il 15 settembre la Kscope rilascia una nuova edizione di “Lightdark” che presenta un bonus disc con quattro ulteriori tracce (di cui tre tratte dall’Ep “Clouds”) e il video di “Lightdark”. Nel 2009 l’album viene premiato agli Italian Prog Awards come miglior registrazione del 2008.

Il 16 ottobre 2009 viene rilasciato il terzo album, “A Sense Of Loss”, sempre dalla Kscope, in uno speciale formato deluxe (CD+DVD) che include l’album originale, 5.1 DTS e Dolby mixes, video, gallerie e altri contenuti extra. Al rilascio dell’album segue la partecipazione ad importanti festival e grandi eventi live, accompagnati dal Wooden String Quartet, già presenti nell’album. Con “A Sense Of Loss” i Nosound giungono alla definizione di un sound originale e unico, che si arricchisce ancor più con l’impiego del quartetto d’archi. Anche “A Sense Of Loss” viene premiato agli Italian Prog Awards come miglior registrazione del 2009, imponendosi su importanti band come Muse e Porcupine Tree.

Nel 2010 viene pubblicata una nuova versione rimasterizzata di “Sol29”, stavolta dalla Kscope, che, come da tradizione, amplia la release con un cd rimasterizzato, un DVD con materiale audio/video della versione originale, più una manciata di video tra i quali lo short film di “Sol29.

Il  2011 vede i Nosound impegnati in numerosi concerti ed eventi, tra i quali una performance solitaria di Erra in terra inglese che porta alla realizzazione di “The Northern Religion Of Things”, una selezione di brani tratti dai tre album in studio completamente rivisitati da Erra dal vivo in studio durante le sessioni di prove per un concerto.

Nel 2012, durante le fasi di scrittura e registrazione di nuovo materiale, Paolo Martellacci e Gigi Zito, per motivi personali e artistici, hanno deciso di seguire strade diverse dai Nosound. Al loro abbandono, però, si registra l’ingresso nella band del tastierista Marco Berni e del batterista Giulio Caneponi, nonché la preziosissima collaborazione del batterista Chris Maitland (ex Porcupine Tree). Con la nuova formazione il 26 novembre del 2012 viene pubblicato “At The Pier”, Ep che anticipa il nuovo corso della band.

Il 6 maggio 2013 i Nosound pubblicano “Afterthoughts“, il loro quarto album in studio ufficiale. Sempre nello stesso anno la Kscope, per far fronte alle richieste ricevute dai numerosi estimatori del gruppo (esponenzialmente aumentati in questo intervallo di tempo), ha deciso di ristampare l’album “Lightdark” in due nuovi formati: doppio vinile bianco (180 gr.), con copertina apribile, download card e litografia autografata (formato A4 su carta opaca); CD+DVD (stereo 5.1), completamente rimasterizzato, digibook rigido con artwork rinnovato e booklet fotografico di 24 pagine.

Nell’estate del 2014 la band viene invitata ad esibirsi allo Starmus Festival, straordinario festival che si tiene presso l’Osservatorio del Teide, sull’isola di Tenerife. Tra i numerosi di talenti musicali europei presenti figurano anche il soprano Katerina Mina e i leggendari Rick Wakeman e Brian May. In quest’occasione i Nosound registrano il CD+DVD “Teide 2390”, pubblicato dalla Kscope il 13 aprile 2015.

Per festeggiare i dieci anni di attività, il 1° giugno 2015 Kscope pubblica la prima raccolta ufficiale della band, intitolata “Introducing Nosound”. La selezione include brani tratti da tutti gli album, ordinati in ordine cronologico inverso. Il doppio CD include un booklet fotografico di 12 pagine con note di Tim Bowness (No-Man).

Il 23 maggio 2016 viene reso pubblico il primo singolo/video che anticipa il quinto album in studio dei Nosound, “Scintilla”, la cui pubblicazione avviene il 2 settembre dello stesso anno, a cura della Kscope. Ispirato da sconvolgimenti personali e dal desiderio di cambiamento, “Scintilla” introduce un nuovo approccio musicale e visivo per la band di Giancarlo Erra, sempre in continua evoluzione. Ad impreziosire l’album: Vincent Cavanagh, frontman degli Anathema, che presta la sua inconfondibile voce in due brani, la violoncellista Marianne de Chastelaine e l’elegante Andrea Chimenti, che partecipa alla scrittura e canta “Sogno e incendio”.

Per maggiori info: www.nosound.net

Formazione attuale:

Giancarlo Erra: voce, chitarra, synth

Marco Berni: tastiere, voce

Paolo Vigliarolo: chitarra acustica, chitarra elettrica

Alessandro Luci: basso, contrabbasso elettrico

Giulio Caneponi: batteria, percussioni, noises

 

Collaboratori:

Chris Maitland: batteria, voce (“At The Pier”, “Afterthoughts”)

Marianne de Chastelaine: violoncello (“Lightdark”, “At The Pier”, “Afterthoughts”, “Scintilla”)

Wooden Quartet: Melania Maggiore (primo violino), Ludovica Alberti (secondo violino), Roberta Rosato (viola), Irene Maria Caraba (violoncello)

Vincent Cavanagh: voce (“Scintilla”)

Andrea Chimenti: voce (“Scintilla”)

 

Ex Membri:

Paolo Martellacci: tastiere, voce

Gigi Zito: batteria, voce

Gabriele Savini: chitarre

Mario Damico: batteria

 

Discografia / Videografia:

2005 – Sol29

2006 – The World is Outside (dvd, Burning Shed)

2007 – Slow, It Glow (Cd-R)

2007 – Clouds (Ep, Burning Shed)

2008 – Sol29 (remastered edition, Burning Shed)

2008 – Lightdark (Kscope / Snapper)

2009 – A Sense Of Loss (Kscope)

2010 – Sol29 (expanded remastered edition) (Kscope)

2011 – The Northern Religion Of Things (Kscope)

2012 – At The Pier (Ep, Kscope)

2013 – Afterthoughts (Kscope)

2013 – Lightdark (remastered edition) (Kscope)

2015 – Teide 2390 (Kscope)

2015 – Introducing Nosound (Raccolta) (Kscope)

2016 – Scintilla (Kscope)

Fotogallery

  • Nosound
  • Nosound
  • Nosound
  • Nosound
  • Nosound
  • Nosound
  • Nosound
  • Nosound
  • Nosound
  • Nosound
  • Nosound
  • Nosound
  • Nosound
  • Nosound

Check Also

Quartech - band 2017

Quartech

I Quartech nascono a Roma nel dicembre 2010 da un’idea di Francesco Bianchi (tastierista/compositore). Grazie …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *