Home / Artisti e gruppi / Opus Avantra

Opus Avantra

Opus Avantra 2008Gli Opus Avantra nascono in Veneto nel 1973 ad opera della soprano Donella Del Monaco (nipote del celebre tenore Mario Del Monaco), del pianista e compositore Alfredo Tisocco, del filosofo Giorgio Bisotto e del produttore Renato Marengo, gruppo deciso ad “unire le forze” per dare una “scossa” al panorama musicale di quegli anni che viveva uno stato di impasse.

Il nome del collettivo è costituito da tre parole che descrivono i loro interessi principali: OPUS (opera) AVAN (avanguardia) e TRA (tradizione). Il loro intento è porsi come movimento di avanguardia musicale che, tuttavia, affonda le radici nel recupero della tradizione.

Entrati in orbita Trident, nel 1974 pubblicano il primo album Opus Avantra – Donella Del Monaco (noto anche come Introspezione), lavoro in cui ogni brano mostra una diversa contaminazione stilistica. Alle registrazioni collaborano anche Luciano Tavella (flauto), Enrico Professione (violino), Pieregidio Spiller (violino), Riccardo Perraro (violoncello), Pierdino Tisato (batteria) e Tony Esposito (percussioni).

L’anno successivo gli Opus Avantra pubblicano Lord Cromwell (plays suite for seven vices), lavoro ispirato ai sette vizi capitali. Il lavoro, cui non prende parte Donella Del Monaco (impegnata alla Biennale Musica di Venezia con alcune opere di musica contemporanea), è interamente composto da Alfredo Tisocco e interpretata dall’artista stesso, coadiuvato da un ensemble di sei elementi (Luciano Tavella al flauto, Renato Zanella alla chitarra elettrica, Enrico Professione e Pieregidio Spiller al violino, Riccardo Perraro al violoncello e Paolo Siani alle percussioni e alla batteria), mentre le voci sono affidate all’American Chorus Setaf (Gina Bianco, Susan Worsham, Cindy Brasher e Carl Adams).

Il cammino del progetto, in seguito, s’interrompe. Tisocco e la Del Monaco, negli anni seguenti, intraprendono delle interessanti e proficue carriere. Nel 1986 Tisocco fonda anche l’etichetta l’Artis Records.

Le strade dei due artisti si incontrano nuovamente nel 1989, anno in cui gli Opus Avantra pubblicano Strata. Anche in questo caso è nutrito il gruppo di collaboratori: Alberto Brendolin (violoncello), Gianfranco Spigolon Meneguzzo (contrabbasso), Vincenzo Caroli (flauto), Toni Lee (chitarra), Saverio Tasca (percussioni), Manuela Rizzo (viola), Enrico Professione (violino) e Pieregidio Spiller (violino).

Nel 1995, invece è pubblicato l’album Lyrics, mentre l’anno successivo Donella Del Monaco fonda l’etichetta Opus Avantra Studium.

Anche in questi anni le carriere solitarie dei due artisti non si fermano. Nel 2003 la Del Monaco pubblica “Venetia et Anima”, album realizzato in collaborazione con il compositore Paolo Troncon, con la presenza della sperimentazione strumentale del gruppo Opus Avantra.

Nel 2008 gli Opus Avantra tengono un primo concerto-reunion in Romania e poi un grande evento in Giappone, dove portano l’intera storia musicale della band, da Introspezione e Lyrics, e dai cui viene estratto il DVD Viaggio Immaginario Tokyo 2008.12.04. Queste occasioni vedono il ritorno anche di Giorgio Bisotto.

Nel 2013 Tisocco compone e pubblica, a nome Opus Avantra, Loucos – Nel luogo magico, suite ispirata al libro di Luis Ortiz Oscoy.

Formazione in Opus Avantra – Donella Del Monaco:

Donella Del Monaco: voce

Alfredo Tisocco: tastiere

Luciano Tavella: flauto

Enrico Professione: violino

Pieregidio Spiller: violino

Riccardo Perraro: violoncello

Pierdino Tisato: batteria

Tony Esposito: percussioni

Formazione in Lord Cromwell (plays suite for seven vices):

Alfredo Tisocco: tastiere

Luciano Tavella: flauto

Enrico Professione: violino

Pieregidio Spiller: violino

Riccardo Perraro: violoncello

Renato Zanella: chitarra elettrica

Paolo Siani: percussioni, batteria

American Chorus Setaf (Gina Bianco, Susan Worsham, Cindy Brasher e Carl Adams): voci

Formazione in Strata:

Donella Del Monaco: voce

Alfredo Tisocco: tastiere

Enrico Professione: violino

Pieregidio Spiller: violino

Alberto Brendolin: violoncello

Gianfranco Spigolon Meneguzzo: contrabbasso

Vincenzo Caroli: flauto

Toni Lee: chitarra

Saverio Tasca: percussioni

Manuela Rizzo: viola

Formazione in Lyrics:

Donella Del Monaco: voce

Alfredo Tisocco: tastiere

Enrico Professione: violino

Pieregidio Spiller: violino

Alberto Brendolin: violoncello

Saverio Tasca: percussioni

Andrea Corsara: violino

Martina Pattenon: viola

Stefania Cavedon: violoncello

Gianfranco Spigolon: contrabasso

Angelo Lora: oboe

Alberto Crivelletto: flauto

Tammittam Ensemble: percussioni

Formazione in Viaggio Immaginario Tokyo 2008.12.04:

Donella Del Monaco: voce

Alfredo Tisocco: tastiere

Giorgio Bisotto: Magister Tenebrarum

Mauro Martello: flauti

Valerio Galla: batteria

The Opus String Ensemble: due violini, viola, violoncello elettrificati

Formazione in Loucos – Nel luogo magico:

Alfredo Tisocco: piano

Mauro Martello: flauto

OA Evolution Tempo Ensemble: strumenti a corda

Discografia:

Album:

1974 – Opus Avantra – Donella Del Monaco (o Introspezione) (Trident TRI 1006)

1975 – Lord Cromwell (plays suite for seven vices) (Suono SRLP 1002)

1989 – Strata (Artis ARLP 006)

1995 – Lyrics (Artis ARCD 023)

2013 – Loucos – Nel luogo magico

Singoli:

1974 – Il pavone/Ah douleur (Trident TRN 1006)

1975 – Allemanda/Flowers on pride (Suono SRNP 5002)

Raccolte:

2002 – Opus Magnum (Akarma AK 1033/4)

2003 – Omega (Akarma AK 1039/4)

2004 – Live concerts excerpts (Akarma AK 1039/4)

DVD:

2009 – Viaggio Immaginario Tokyo 2008.12.04 (Cramps Records CRSDVD 002)

Altro:

2002 – Fragments 1975-2002 (album di Donella Del Monaco in cui compaiono i brani “Allemanda” e “Flowers on pride”)

2003 – Venetia et Anima (album di Donella Del Monaco, Paolo Troncon e Opus Avantra Ensamble)

Fotogallery

  • Opus Avantra
  • Opus Avantra
  • Opus Avantra
  • Opus Avantra
  • Opus Avantra
  • Opus Avantra
  • Opus Avantra
  • Opus Avantra
  • Opus Avantra
  • Opus Avantra

Check Also

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Faust & Malchut Orchestra / Fausto Bisantis

Faust & Malchut Orchestra è la band che dal 2012, porta in scena il repertorio …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *