Home / Disco/Grafici / Whitehead Paul

Whitehead Paul

Nato nella metà degli anni quaranta a Dartford, nel Kent, Paul Whitehead  è universalmente conosciuto come l’artista che ha dipinto le opere per le copertine di Genesis e Van der Graaf Generator.

La sua formazione ha luogo nella Londra degli anni ’60, in un periodo di grande cambiamento e di immensa vitalità e creatività artistica.

Disegna la sua prima copertina nel 1967 per Fats Domino, diventando un collaboratore fisso della Liberty Records di Londra. Poco tempo dopo diventa il direttore artistico dell’originale rivista londinese “Time Out”, una rivista di intrattenimento e informazione su tutte le attività e gli eventi che animano la Swinging London. Numerose band si rivolgono alla rivista in cerca di una recensione del loro ultimo LP, tra queste i Genesis che, attraverso il loro produttore, contattano Paul per la sua ottima capacità di progettazione.

L’intesa è immediata. Grazie all’approccio visionario della casa discografica Charisma, inizia la collaborazione tra i Genesis e Whitehead. I risultati sono “Trespass” (1970), “Nursery Crime” (1971), “Foxtrot” (1972), tre album che segnano una delle collaborazioni di maggior successo dell’artista con un gruppo di musicisti. Whitehead riesce a creare opere pittoriche davvero originali che riflettono esattamente il contenuto delle registrazioni della band britannica.

Sempre per la Charisma, Paul realizza dipinti per le cover di Van der Graaf Generator, Peter Hammill, Lindisfarne e Trevor Bilmus. Il suo successo e la sua notorietà come pittore e designer di cover lo porta a collaborare con numerosi altri gruppi rock come: Renaissance, High Tide, IF, Mott the Hoople, Southern Comfort, Colin Scott & Steamhammer, Alex Carpani, ecc.

Nella metà degli anni ’70 emigra negli Stati Uniti stabilendosi a Los Angeles. Continua a creare dipinti per copertine e subito entra in contatto con Tom Fogarty e Le Orme, giunti a Los Angeles per la registrazione di “Smogmagica” (1975). Con Le Orme inizia un sodalizio artistico che arriva fino agli album più recenti: “Elementi” (2001) e “L’Infinito” (2004), e continua con Aldo Tagliapietra nei suoi ultimi lavori, “Nella Pietra e nel Vento” (2012) e “L’angelo rinchiuso” (2013).

La maggior parte del lavoro svolto da Whitehead  ha riguardato principalmente i gruppi di progressive rock, anche se non mancano collaborazioni con artisti e band di R&B, New Age e Funk.

Tuttavia l’attività di “copertinista” è solo una parte del lavoro svolto dall’artista. Paul, infatti, rientra nel Guinness dei primati per la realizzazione del murales più grande al mondo. Ha ideato e realizzato Eyes & Ears Billboard Art Show. Ha progettato molti loghi aziendali e per tre anni è stato il direttore creativo presso il parco a tema dell’Universal Studios a Los Angeles.

I suoi interessi vanno dalla fantascienza all’arte performativa, dalla musica classica al rock progressivo, che l’hanno portato alla composizione, registrazione di “The Borg Symphony”.

Attualmente vive e lavora a Los Angeles, ed è impegnato in diversi progetti artistici.

Per maggiori info: www.paulwhitehead.com

Fotogallery

  • Whitehead Paul
  • Whitehead Paul
  • Whitehead Paul
  • Whitehead Paul
  • Whitehead Paul
  • Whitehead Paul
  • Whitehead Paul
  • Whitehead Paul
  • Whitehead Paul
  • Whitehead Paul
  • Whitehead Paul
  • Whitehead Paul
  • Whitehead Paul
  • Whitehead Paul
  • Whitehead Paul
  • Whitehead Paul
  • Whitehead Paul
  • Whitehead Paul

Check Also

01_Storm Thorgerson

Thorgerson Storm

Storm Elvin Thorgerson è stato uno dei più creativi grafici della storia della musica rock. …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *