Home / News / Petite Wunderkammer – Il nuovo EP di Paolo Tarsi

Petite Wunderkammer – Il nuovo EP di Paolo Tarsi

petite-wunderkammer-il-nuovo-ep-di-paolo-tarsiEsce oggi in formato flexi disc per Coward Records, accompagnato da un cd-rom contenente i videoclip e le tracce audio in digitale, il nuovo mini-EP di Paolo Tarsi intitolato Petite Wunderkammer. I brani nascono dal lavoro svolto in collaborazione con il chitarrista Giacomo Baldelli e il rapper Zona MC, mentre parte dell’artwork e dei video sono stati realizzati da OOOPStudio (ovvero la coppia di videomaker Alessandro Grisendi e Marco Noviello) reduci dal successo di Cinderella, balletto di cui hanno curato la video-scenografia per la Stagione di Danza del Teatro alla Scala di Milano.

Con questo nuovo lavoro, prodotto insieme a Nicola Lampredi dei Be Forest e all’etichetta Coward Records, Paolo Tarsi si conferma come uno dei pochi coraggiosi artisti capaci di continuare a sperimentare portando avanti con dedizione e in assoluta libertà la sua avventura musicale, arricchendo di nuovi spunti il suo già personalissimo linguaggio dai tratti essenziali e ricercati. Una camera delle meraviglie, la sua, che si compone di fascini provenienti da musica classica contemporanea, avanguardia, trip hop, elettronica, abbagli noise e da tutto quell’universo ascrivibile al mondo delle colonne sonore, per offrire una sorta di personale Wunderkammer musicale fatta di equilibri sottili, eppure perfettamente coerenti e ben saldati tra loro. Il risultato? Tre incisioni che offrono altrettanti modi possibili di intendere la sperimentazione in cui il percorso musicale dell’autore si mescola al materiale e all’immateriale, tra vette spirituali ed equilibri instabili che premono e pulsano sulle possibilità di essere percepiti oltre l’abrasivo.

Tarsi ha scritto e arrangiato ogni singolo brano di Petite Wunderkammer dove le melodie meditate e sinuose suonate al pianoforte in Time in eternity, eternity in time ritornano nelle alchimie elettroniche di 無常 Anitya Ma(sk), primo singolo estratto dall’EP firmato insieme a Zona MC, la cui somma dà come risultato finale un quadro dalle atmosfere assolutamente definite e inebrianti. Elastic Bandages è invece una composizione per chitarra elettrica dedicata all’artista analitico Paolo Cotani registrata dal vivo da Giacomo Baldelli al Chiostro di Palazzo Santa Margherita di Modena, durante la prima italiana di Nidra in collaborazione con la Galleria Civica. Il New York Times ha definito il suo concerto-concept «un tour de force per chitarra elettrica e video», progetto che negli Stati Uniti continua a raccogliere consensi ad ogni rappresentazione.

L’uscita segue l’album Furniture Music for New Primitives (2015, Cramps Music/Rara Records), accolto unanimemente dalla critica come uno dei dischi più belli degli ultimi mesi (articoli su Il Fatto Quotidiano, Il Giornale, Libero, Panorama, Blow Up, Mucchio Selvaggio, Rumore, Rockerilla, Buscadero, Artribune, OndaRock, etc.). L’album inoltre è stato molto apprezzato da Rado ‘Bob’ Klose dei Pink Floyd e da Miro Sassolini – ex cantante dei Diaframma, una delle voci più amate della new wave italiana – che dopo averlo ascoltato ha coinvolto il musicista senigalliese nella realizzazione del brano ‘L’attesa del canto’ in collaborazione con Gianni Maroccolo, straordinario bassista della scena fiorentina degli anni ’80 e oltre (Litfiba, CSI).

Furniture Music for New Primitives è ancora disponibile in e-commerce scrivendo a alisnontarsis@gmail.com, mentre è possibile acquistare Petite Wunderkammer direttamente dal sito dell’etichetta Coward Records (www.cowardrecords.com).

Tracklist:

  1. 無常 Anitya Ma(sk) feat. Zona MC
  2. Time in Eternity, Eternity in Time
  3. Elastic Bandages feat. Giacomo Baldelli

Paolo Tarsi, dopo essersi specializzato nello studio della composizione con il Premio Oscar Luis Bacalov, ha preso parte in veste di interprete/compositore a perfomance presentate in aeroporti, loft, gallerie e musei d’arte contemporanea quali il Maxxi (Roma), Centro Arti Visive Pescheria (Pesaro), Marcovaldo (Parigi) e in luoghi di culto della musica contemporanea come lo Spectrum di New York. Ha realizzato inoltre lavori per il cinema, video-opere, e installazioni per la filmArche di Berlino, Herbert Art Gallery & Museum di Coventry (UK) e il Musma di Matera. Collabora con musicisti dell’attuale scena elettronica, jazz, rock e hip hop provenienti da formazioni quali Afterhours, Area International POPular Group, Calibro 35, Litfiba, Diaframma, CSI, CCCP, Zona MC, Fauve! Gegen A Rhino, etc. Nel 2015 pubblica gli album “Dream in a landscape” (Trovarobato Parade) e “Furniture Music for New Primitives” (Cramps/Rara Records) a cui fa seguito l’EP “Petite Wunderkammer” (2016, Coward Records).

Per maggiori info: Alis non tarsis

Check Also

Verganti – La campagna di crowdfunding per l’album d’esordio “Atlas”

Verganti – La campagna di crowdfunding per l’album d’esordio “Atlas”

Ciao a tutti! Con questa campagna di crowdfunding ci rivolgiamo a tutti gli amici, musicisti …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *