Home / News / Prog Italia atto secondo: dal 16 settembre in edicola il numero 2

Prog Italia atto secondo: dal 16 settembre in edicola il numero 2

PROG - settembre 2015

Per prima cosa grazie a tutti. Mai avrei mai pensato di dover preparare di corsa un altro numero di «Prog Italia», per me era già un sogno essere riuscito a realizzare lo Speciale sul rock italiano anni ’70 e il successivo con la doppia copertina (120 dischi 1969-2015 / Marillion e “Misplaced Childhood”). Lo avevo sperato, ma sperare è lecito anche contro la logica, sovvertendo in qualche modo le regole del mercato e della distribuzione in edicola, davvero una brutta bestia da venirne a capo. Lo speciale dei 120 dischi ha fatto arrabbiare qualcuno e reso contento parecchi altri, ma non era la Bibbia di «Prog Italia», solo gli album scelti dalle moltissime persone che da tutto il mondo hanno votato, senza nessuna manipolazione… e gli assenti hanno sempre torto…  quasi sempre. Questione irrisolvibile, come pure negli anni ’70. Settembre: mese di scelte ardue. “Prog Awards” a Londra (3) o 2Days Prog +1 a Veruno, vicino Novara (4/6)? È successo che «Prog Magazine UK» ha invitato il sottoscritto al Shakespeare’s Globe Theatre per partecipare. In un altro momento ci sarei andato di corsa… anche per conoscere quelli “che Prog”. Ma al cuor non si comanda e sono andato a Veruno. Non solo per i Magma, che adoro, ma proprio per assaporare il gusto di tre giorni unici, dove ci si è potuti incontrare in mezzo alla “nostra” musica. Parlare con gli appassionati “normali” che rendono unica l’esperienza di “vivere” questa rivista: d’altronde, senza la passione della gente sarebbe inutile, una cosa morta, solo fogli di carta. A Londra per incontrare gli inglesi ci andrò prossimamente.
Nessuna rivista è perfetta e mai lo sarà ma proveremo a dare sempre il massimo. E ci sarà spazio per tanti artisti, storici e nuovi, anche se, come per il calcio o per altri sport collettivi, ognuno avrà sempre la propria formazione. Nel prossimo numero, tra i tanti servizi, copertina dedicata ai King Crimson con uno speciale di almeno 20 pagine, qualcosa da dire la troveremo! Ci sarà anche una retrospettiva sulla Locanda delle Fate, che sta preparando un paio di pezzi nuovi da mettere in rete gratuitamente… anzi, no. Solo uno, perché l’altro potremmo metterlo nel futuro Cd di «Prog Italia». Visto l’affetto con cui avete accolto il primo numero, stiamo studiando la possibilità d’includerlo nel prossimo di novembre. Difficile, ma ci proveremo fino allo sfinimento. Non vi promettiamo nulla, però ci proviamo sul serio. Dico sempre: “Ma chi me l’ha fatto fare!”. E la mia foto con la mano in faccia simboleggia proprio questo, però ogni volta ho davanti quello che si realizza insieme la risposta è naturale: la musica è il motore della nostra vita. Se è prog, nelle molteplici accezioni del termine… è pure meglio… assai!
A proposito della Locanda delle Fate: di dominio pubblico è la notizia che Dr Dre, “campione” del gangsta rap west coast, ha utilizzato l’arpeggio di pianoforte di “Vendesi saggezza”, brano di chiusura di “Forse le lucciole non si amano più” (album “locandiero” del 1977), come sample portante di “For The Love Of Money”, inclusa nel suo ultimo Cd, “Compton”. Vabbè, non è certo la prima volta e non sarà l’ultima.
Un pensiero affettuoso, ultimo solo in ordine di scrittura, a Rodolfo Maltese e a Vittorio Nocenzi del Banco e a John Wetton, ex King Crimson. Vi vogliamo bene, oltre la musica che ci avete donato.
Guido Bellachioma 

In questo numero:
8 – “Wish You Were Here” dei Pink Floyd compie 40 anni
19 – Intervista a Andy Jackson: tecnico della Immersion Edition di WYWH
20 – Echolyn: nuovo disco e intervista al gruppo statunitense
30 – Goblin Rebirth: rock in chiaroscuro
34 – Si riaccendono i riflettori sul Biglietto per l’Inferno
38 – Musica di confine per i Gosticks
40 – Il ritorno degli Aristocrats di Guthrie Govan, Bryan Beller e Marco Minnemann
43 – L’anima prog dei disegnatori: Giampiero Wallnofer
44 – Frank Zappa e Captain Beefheart: amicizia controversa
56 – Esordio per La fabbrica dell’assoluto
58 – La Coscienza di Zeno: è grande musica
60 – “Profondo Rosso” 1975-2015
62 – Storia della Manticore Records
66 – Keith Emerson si racconta
72 – “Il Purgatorio” di Metamorfosi
76 – Da Torino emozioni sinfoniche coi Syndone
78 – Kingcrow: sempre in bilico
80 – Echo Test: due bassi per una sola musica
82 – Ubi Maior: orgogliosi di suonare progressive sinfonico
84 – Gli universi paralleli degli Arti&Mestieri
88 – La reunion dei Cherry Five
91 – Il fascino delle fanzines: Nobody’s Land
92 – Lo “Skyline” dei Barock Project
94 – Theo Travis, un sassofono per ogni stagione
98 – Rick Wakeman: Around Yes
102 – Jon Anderson racconta…
108 – Alan White: senza Chris è un’altra storia…
113 – Il fascino delle fanzines: Melodie & Dissonanze
114 – Tony Banks: tutti i suoi album in un box
120 – David Cross: dai King Crimson agli Stick Men
122 – Il rock progressivo dei Big Big Train
126 – Steve Hogarth: all’Auditorium di Roma
128 – Dall’Ungheria gli Special Providence
130 – Recovered: Copertine storiche ridisegnate – questa volta “Galactic Zoo Dossier” dei Kingdom Come di Arthur Bown (1971). Opera di Luciano Regoli, pittore e cantante della Raccomandata con Ricevuta di Ritorno e Samadhi…

copertina_prog2 (16 settembre 2015)_ copia

Check Also

eventi-della-settimana-hamelinprog

Eventi della settimana | 13/11 – 19/11

Eventi in programma dal 13 al 19 novembre: 13/11 Leprous a Segrate (MI) 14/11 PFM …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *