Home / News / Progressivamente Summer Festival

Progressivamente Summer Festival

Progressivamente Summer FestivalQuattro splendide serate progressive nel senso più pieno, aperto e contaminato del termine, come sempre nello stile di Progressivamente… supportate dalle riviste Prog Italia, Classic Rock, Suono e Vinile.

1 giugno:

Live/festa presentazione album “Rizoma-Elements” de Lo ZOO di Berlino
In ristampa a sole 3 settimane dall’uscita (1° aprile 2016 per Consorzio ZdB/Goodfellas).
Da 2 mesi presente nei più importanti network radio.
Sulle più prestigiose riviste musicali, cartacee e on-line, interviste e recensioni entusiastiche.
Una band, di musicisti e produttori, rivelazione nella scena indie, che con il suo post prog rock (no vox no guitar) si sta facendo apprezzare in tutta Italia.

10 giugno:

Il 10 giugno sul palco ci saranno i Saint Just di Jenny Sorrenti, anima prog che, anche con storie raccontate, ci guiderà in un viaggio dagli anni 70 sino a oggi dove i Saint Just hanno rappresentato uno dei nomi più interessanti, prima con gli album storici (1973: Saint Just – 1974: La casa del lago – 2011: Prog Explosion), ovviamente senza dimenticare gli album solisti di Jenny, sempre di eccellente fattura, sospesi sul confine di una musica curiosa e senza preconcetti. Ovviamente si racconterà anche attraverso le sue collaborazioni con il fratello Alan e Pino Daniele (presente nell’album Suspiro, esordio solista di Jenny nel 1979). Sul palco, per impreziosire ulteriormente lo spettacolo, ci saranno due grandi artisti napoletani, amici di Jenny e di Progressivamente: Lino Vairetti degli Osanna alla voce e Lino Cannavacciuolo al violino, uno dei maggiori interpreti di questo strumento. La formazione dei Saint Just è completata da quattro musicisti pienamente in linea con la qualità che ha sempre contraddistinto questo gruppo: Peppe Mazzillo, Giuseppe Spinelli, Dario Spinelli, Davide Ferrante.

Prima saliranno sul palco i Lisergia di Valerio Michetti, gruppo romano ormai in pista da molti anni, realmente indipendente nell’anima e che propone rock “curioso e progressivamente contaminato”.

11 giugno:

L’11 sarà la volta dei bravi Macroscream per il loro “Release Party”, infatti presenteranno il secondo album della loro storia, intitolato “Macroscream” ed edito proprio da pochissimo tempo. Il gruppo ha impiegato molto tempo a mettere a punto questa produzione, ma il risultato è notevole, sia artisticamente che acusticamente. Lo spettacolo, curatissimo come è marchio di fabbrica Macroscream, vedrà una connessione “voluta” tra musica e immagini che impegnerà il gruppo al massimo delle proprie capacità, sintomo di grande rispetto per i partecipanti e per la propria musica, cosa che ormai capita raramente. Come riporta nel suo sito la Fading Records, che ha pubblicato il CD “Macroscream”: “Il sestetto capitanato da Alessandro Patierno conferma la sua notevole ecletticità espressiva. Se le radici sono chiaramente nel classico rock progressivo (Gentle Giant, Jethro Tull tra gli altri), sono altresì chiare influenze folk-rock nonché ibridazioni e sconfinamenti in certo jazz rock”.

Prima del concerto ci sarà Fabio Zuffanti (anima prog in perenne movimento e “sconfinamento” con Finisterre, La Maschera Di Cera, Hostsonaten, etc) a presentare il suo libro PROG ROCK 101 dischi dal 1967 al 1980, scritto insieme a Riccardo Storti.

15 giugno:

Il 15 giugno presentazione di “Bombook” degli Agorà con concerto di una formazione a tre molto particolare, composta da Renato Gasparini alla chitarra acustica, Ovidio Urbani ai sassofoni e Gianni Pieri al violoncello, saranno proiettati per la prima volta i video del concerto elettrico da cui è stato realizzato il nuovo CD/Vinile, che uscirà in DVD tiratura limitata.

Agorà, gruppo jazz-rock progressivo italiano, si forma nelle Marche all’inizio del 1974, continuando nella prima fase fino al 1980. Grazie all’interessamento di Claude Knobs, si esibiscono al festival di Montreux (Knobs ne è, infatti, l’organizzatore), insieme a gruppi quali Perigeo, PFM e i francesi Magma del fantastico batterista Christian Vander; esordiscono con un album dal vivo, tratto proprio da quella performance svizzera: Live In Montreux (1975). Pubblicano un secondo album in studio nel 1976 chiamato Agorà 2, stilisticamente ancora più vicino al jazz-rock, e si esibiscono al Parco Lambro, comparendo anche nell’omonimo disco dal vivo (con la traccia Cavalcata Solare).

Nel 2002 il gruppo si riforma in veste acustica, comprendente alcuni membri storici; si esibisce dal vivo e lavora alla pubblicazione di un nuovo lavoro discografico. Nel 2013 gli Agorà sono ancora più protesi verso il suono acustico: ai tre membri “storici” Gasparini, Urbani e Cesari si affiancano un secondo chitarrista, Gabriele Possenti, un violoncellista, Gianni Pieri e un batterista, Massimo Manzi. Il 17 giugno 2013, durante la prestigiosa rassegna Musicultura, il gruppo presenta in anteprima l’atteso nuovo lavoro. Il CD, intitolato Ichinen, viene pubblicato a gennaio 2014 e comprende nuovi brani e alcune registrazioni inedite di fine anni ’70. Durante il corso dell’anno viene presentato in varie occasioni tra cui PROG Exibition a Milano (insieme a Le Orme e Premiata Forneria Marconi). Le atmosfere mediterranee tipiche del gruppo si fondono con toni etnici e meditativi che ne ampliano la struttura sonora, per una sonorità acustica raffinata e ricca di caldi temi melodici e intense improvvisazioni.

Nell’estate 2015 inizia la collaborazione con Patrizio Fariselli (AREA), che fornisce un ottimo riscontro, sia di critica che di pubblico, con un primo concerto esplorativo (PioraAoustic 2015). Punto a capo.

Il risultato stimola l’idea di ricominciare a fare sul serio, con la stessa energia esecutiva degli esordi e maggiore consapevolezza creativa; si programma così un nuovo album, ancora dal vivo come quel magico Live In Montreux. Con la supervisione di Guido Bellachioma si decide di registrare, cercando la massima qualità sonora già dalla fase di “ripresa” del suono, il 20 settembre 2015 al Planet Live Club di Roma, durante la 23esima edizione del Progressivamente Festival 2015. Vengono suonati in anteprima 4 brani inediti, oltre alla rivisitazione di alcune loro composizioni storiche, dove spiccano le tastiere di Patrizio Fariselli ed i flauti di Marco Agostinelli, raffinato musicista marchigiano. Nasce così il nuovo album “Bombook” in versione vinile e cd, a testimonianza di un concerto di notevole spessore emotivo, con una registrazione tecnicamente di elevata qualità e contornato da un pubblico caldo e partecipe.

La rinascita degli Agorà negli anni 2000 ha prodotto ancora grande sound, come dimostrato da Ichinen del 2013 e da questo live, diviso tra brani nuovi e classici del primo periodo, edito anche in vinile singolo (6 brani su LP, 3 a facciata per mantenere alto la qualità audio; 11 su CD). La passione di base è sempre la stessa, ma è aumentata, appunto, “progressivamente” la consapevolezza della dimensione sonora… qualche nota in meno e non in più. La casa ideale per questa avventura collettiva non poteva che essere la Cramps, che ha deciso, dopo la felice riuscita di Universi Paralleli degli Arti&Mestieri, di riprendere la strada che ha già dato tanto (Area in primis ma non solo, il patrimonio di questa etichetta è profondo). La presenza di Patrizio Fariselli degli Area nel progetto è la conclusione naturale di questa prima fase storica.

Intanto, da giovedì 26 maggio Progressivamente torna in radio… tutti i giovedì dalle 12 alle 13 su Radio Città Futura di Roma 97.7 in FM, in streaming su www.radiocittàfutura.it e in podcast su www.progressivamente.com.

I concerti si terranno presso il Planet Live Club, via del Commercio 36 a Roma con inizio alle ore 21.30.

Ingresso gratuito – posti a sedere con tavoli sino ad esaurimento posti

Per maggiori info: Progressivamente | evento facebook

Check Also

Roger Waters (2017) Is This The Life We Really Want

Is This the Life We Really Want? – Il nuovo album di Roger Waters

A venticinque anni dalla pubblicazione del suo ultimo album da solista, “Amused To Death”, Roger Waters, …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *