Home / L'artista racconta / Tales from the time – La genesi del nuovo album della Egoband

Tales from the time – La genesi del nuovo album della Egoband

Tales from the time – La genesi del nuovo album della EgobandTales from the time” sono i racconti dal tempo, questo album racconta il tempo in tutte le sue dimensioni, nella sua globale esistenza, quindi il lontano passato, per capire cosa è successo, da dove veniamo, se siamo soli o esistono altre forme di vita. Poi c’è il presente, che anche questa forma di tempo è soggetta all’eterna attualità, ragionando su cosa e soprattutto come stiamo vivendo, visto che ogni giorno ci sono degli ostacoli di ogni genere da scavalcare e tra questi non viene meno quello mediatico che tenta sempre di creare distrazioni e forzature di massa, cercando sempre di imporre una manovra collettiva. E, infine, come non pensare al futuro? Anche in questo caso le domande si fanno molteplici dando anche spazio all’immaginazione. Ecco, in questo disco abbiamo raccontato il nostro viaggio alla ricerca delle nostre radici, ricordando il passato, vivendo il presente, nell’auspicio di un futuro sempre migliore per i nostri figli e per chi resterà, sempre in cerca del nostro tempo.

Questo è il prologo che fa da introduzione a “Tales from the time”: Tales from the time are all we own. We can bring time to the future, if we don’t forget, if we don’t let the present fading out at every sunset. Tales from the time are our future.

I racconti dal tempo sono tutto ciò che abbiamo, possiamo portare il tempo nel futuro, se non dimentichiamo, se non lasciamo che il presente svanisca ad ogni calare del sole. Raccontare il nostro tempo è già futuro, i racconti dal tempo sono il nostro futuro.

In copertina è raffigurato Chankillo, un antico osservatorio solare chiamato “le tredici torri”, situato nel deserto costiero del Perù, nella valle di Casma, e risalente al quarto secolo a.C.. Chankillo è stato il primo osservatorio astronomico mai esistito, la dislocazione delle sue tredici torri permetteva di misurare in modo preciso l’evoluzione terrestre, i solstizi e le stagioni. Il primo luogo dove si misurava il tempo!

Egoband, Maggio 2016

Check Also

HamelinProg - Intervista Sparkle in Grey

Intervista agli Sparkle in Grey

HP: Gli Sparkle in Grey ospiti della rubrica “L’artista racconta”. Un saluto a Matteo Uggeri …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *