3 modi per mantenere l’ordine in casa con i tuoi bambini

Insegnare ai bambini a essere puliti non è affatto facile. Quanto tempo passano i genitori ogni giorno a rimproverare i loro figli per aver cercato di convincerli a riordinare le loro stanze? E quante volte i genitori che, sfiniti dagli scacchi, mettono in ordine i loro giochi o vestiti per i loro figli?

Le persone si dividono in due categorie: gli amanti dell’ordine e i disordinati.

Si dice che le persone disordinate siano più creative e meno ansiose delle persone ordinate. Questi, d’altra parte, tenderebbero ad essere più rigidi e meno pronti a possibili cambiamenti nella vita.

Ovviamente una persona in ordine o in disordine non appartiene necessariamente all’una o all’altra categoria.

Essere disordinati non significa necessariamente essere dei geni come Einstein. Allo stesso modo, essere ordinato non significa che sei una persona migliore di qualcuno che è disordinato.

A questo proposito, non si può e non si deve generalizzare. C’è chi è molto a suo agio con il proprio disordine e chi invece non lo sopporta, ma non può essere ordinato.

Tenere in ordine la casa non è per niente facile, soprattutto se si hanno bambini piccoli.

E a volte anche restare calmi quando la casa è in disordine non è facile. Ecco perché il team di ProiezionidiBorsa propone 3 metodi per mantenere l’ordine in casa con i bambini.

3 modi per mantenere l’ordine in casa con i tuoi bambini

La scrittrice ed educatrice giapponese Nagisa Tatsumi ha scritto un libro intitolato “The Art of Teaching Kids to Tidy”. Nel libro, l’autore spiega l’importanza di stimolare i bambini a essere in ordine. Un’attività che, secondo lo scrittore, li aiuterà non solo a divertirsi, ma a farne a meno fatica.

Insomma, sembra che riordinare la casa ti renda felice. Così come lo stoccaggio di giochi e vestiti aiuta i più piccoli a raggiungere non solo il benessere psico-fisico, ma anche tanta autostima. L’arte del riordino rilassa la mente e il cuore, donando serenità ad adulti e bambini.

READ  Elezioni americane, Trump può ora contare su tre importanti novità

Cerchiamo quindi di capire concretamente i 3 metodi per mantenere l’ordine in casa con i bambini.

Stabilisci la disposizione degli oggetti in casa

La prima cosa da fare è stabilire la disposizione degli oggetti in casa. Immagina una stanza dei giochi per bambini. Gli oggetti devono essere suddivisi e disposti in base al tipo di gioco, ad esempio raggruppare i giochi da tavolo da un lato, gli edifici dall’altro e così via. Inoltre, per mantenere l’ordine, i giochi dovrebbero essere ordinati in schedari chiusi o sugli scaffali. I giochi più frequentemente utilizzati dal bambino devono essere a portata di mano, i meno utilizzati, conservati altrove o addirittura regalati.

Ci sono fondamentalmente due regole da seguire e sono entrambe dettate dalla praticità. Ogni cosa al suo posto e ordine dovrebbe essere fatto di volta in volta, rimuovendo gli oggetti in eccesso.

Offri giochi con cui non giochi più

La seconda cosa da fare è regalare giochi, vestiti o oggetti che non usi più. Non ha senso conservare cose che non sono state usate per anni e anni. Creano solo confusione e riducono lo spazio. Inoltre, donare vestiti, giochi e altri oggetti non più in uso significa aiutare altre persone o altri bambini meno fortunati di altri.

Cura dell’abbigliamento

La terza cosa da fare per tenere in ordine la casa con i bambini è insegnare loro fin dalla tenera età a mettere via i loro giocattoli e vestiti. Dai 3 ai 6 anni, a un bambino si può spiegare che ogni tipo di abito è posto in un certo cassetto dell’armadio. Ad esempio, cappelli e sciarpe nel primo cassetto, biancheria intima nel secondo e così via. Il bambino capirà benissimo e si divertirà anche a mettere in ordine i cassetti.

READ  Naufragio di migranti nel Canale della Manica, morti 2 bambini e 2 adulti - Ultima Ora

Dai 6 ai 10 anni i bambini possono gestire in autonomia l’ordine dei propri vestiti, occupandosi anche di piegarli. Avranno così una maggiore autonomia e cercheranno di tenere sempre in ordine la loro stanza, scegliendo anche il momento della giornata più appropriato per farlo.

L’ordine è una buona abitudine nella vita e non è mai troppo tardi per cercare di insegnare in modo ordinato.

Approfondimento

Come lavare un maglione di lana senza infeltrirlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *