Home / News / 44 anni di “Yes”

44 anni di “Yes”

Yes - Yes

Il 25 luglio 1969 la Atlantic Records pubblica l’omonimo album di debutto degli Yes. La band, che con Genesis e King Crimson andrà a creare negli anni a seguire la triade progressiva britannica per eccellenza, è composta da: Jon Anderson (voce, percussioni), Chris Squire (basso, seconde voci), Peter Banks (chitarra elettrica, chitarra acustica, seconde voci), Tony Kaye (piano, organo, moog) e Bill Bruford (batteria, percussioni).

Lo stile musicale dell’album, seppure acerbo, riesce a fondere le gradevoli melodie pop psichedeliche dei Beatles, gli intrecci vocali di Simon & Garfunkel e di Crosby, Stills & Nash, e numerosi virtuosismi a una strumentazione tipicamente rock dal suono saturo.

L’album è un lavoro proto-progressive che lascia già intravedere la predilezione per arrangiamenti complessi, a tratti addirittura esagerati se paragonati alla relativa semplicità dei temi musicali. Ne è prova la cover del brano “Every Little Thing” dei Beatles, trasfigurata qui in una sorta di suite pop e ulteriormente saturata da echi beatlesiani. Stessa storia per “I See You”, cover dei Byrds, nella quale si registra lo straordinario contributo jazz di Banks e Bruford.”Harold Land”, invece, è il primo brano in cui si erge imperioso il basso di Squire, impegnato a tracciare le traiettorie dei numerosi cambi di scena. “Beyond And Before” e “Sweetness” sono composizioni di gruppi in cui i membri degli Yes avevano suonato in precedenza e risentono ancora di echi tardo beat, mentre “Looking Around” sembra fondere il classicismo dei Nice alle soluzioni corali tipiche della band. Il brano che più di tutti si avvicina alle soluzioni mature degli Yes è la conclusiva “Survival”, composta da Anderson, che firma anche la delicata “Yesterday And Today”.
http://youtu.be/wgbJcfgrS4U

About Antonio Menichella

Antonio Menichella
Ideatore, membro fondatore e redattore di HamelinProg.com, è docente di disegno e storia dell'arte, artista visivo e grafico. Appassionato di rock psichedelico, acid rock, stoner, desert rock, neopsichedelia, progressive rock, rock progressivo italiano, space rock, krautrock, zeuhl, scuola di Canterbury, avant-prog, rock sinfonico, jazz rock, prog folk, prog metal, neoprogressive, hard rock, post-rock, musica sperimentale e molto altro.

Check Also

The Killing Fields – In arrivo il Box Set di Mike Oldfield

In arrivo il Box Set in edizione deluxe e limitata di The Killing Fields, colonna …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *