Home / News / Cover Green 2017 – Musica da guardare | La seconda serata

Cover Green 2017 – Musica da guardare | La seconda serata

Cover Green 2017 – Musica da guardareMercoledì 30 agosto 2017 entra nel vivo la seconda edizione di Cover Green – Musica da guardare, la mostra di 33 giri d’epoca inaugurata martedì 29 e in programma tutti i giorni fino a domenica 3 settembre. Dopo il successo della prima edizione nel 2016, apprezzata per la combinazione di storici 33 giri ed eventi culturali e musicali, l’Associazione Culturale Cover Green con il patrocinio del Comune di Piombino e della Regione Toscana presenta una seconda edizione ancora più ricca in Palazzo Appiani a pochi metri dal mare nella straordinaria Piazza Bovio. Cover Green è una mostra ideata dall’Associazione Culturale Cover Green con l’obiettivo di divulgare, valorizzare e far rivivere la magia delle copertine illustrate da maestri grafici, disegnatori e fotografi dei vinili anni ’60/’70, promuovendo tutto ciò che appartiene al mondo musicale del rock classico. Rispetto al 2016 quest’anno Cover Green triplica il numero di esemplari, sia italiani che stranieri: oltre 340 vinili d’epoca nelle sale di Palazzo Appiani, per la gioia degli occhi di appassionati del grande rock.

Accanto a una parete interamente dedicata al genio visivo di Roger Dean (autore del fantastico mondo immaginario delle copertine degli Yes), il filo conduttore della mostra saranno i colori, tanto da creare inediti e sorprendenti accoppiamenti tra copertine dell’epoca d’oro del rock. La centralità data dall’organizzazione alle cromie e agli effetti grafici farà sì che accanto a Bob Dylan possano spuntare i Genesis, oppure accanto a Peter Gabriel possano accostarsi David Bowie, Velvet Underground o Who. Il gruppo Cover Green ha coinvolto due terze classi della Scuola Statale Secondaria I Grado A. Guardi di Piombino, suggerendo un percorso musicale-pittorico: i classici del rock italiano Impressioni di settembre (PFM), Gioco di bimba (Le Orme), Non mi rompete (Banco del Mutuo Soccorso) e La mia prima luna (Claudio Rocchi) hanno stimolato i ragazzi nella realizzazione di quattro opere grafiche, in mostra insieme ai leggendari 33 giri. La mostra sarà visitabile tutti i giorni fino al 3 settembre dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 18.00 alle 23.00; l’accoglienza sarà curata dagli obiettori che prestano il servizio civile presso l’Arci di Piombino.

In serata il secondo degli incontri in programma, dal titolo Ribelli tra spazi e banane. La Firenze rock anni ’70, una conversazione con Bruno Casini su due luoghi cult della Firenze rock di mezzo secolo fa, lo Space Electronic e il Banana Moon, che il giornalista fiorentino ha raccontato in alcuni suoi libri. Bruno Casini è da decenni una delle figure più attive e seguite nel campo della divulgazione musicale e della promozione culturale in Italia. Negli anni Ottanta è stato tra i fondatori della rivista Westuff e ha diretto per oltre dieci anni l’Independent Music Meeting, prima rassegna italiana delle etichette indipendenti. È stato lo storico primo manager dei Litfiba, è stato tra i fondatori del leggendario freak-rock club Banana Moon, negli ultimi anni ha raccontato in vari libri le sue esperienze dagli anni ’70 ad oggi.

Prossimo appuntamento in programma: giovedì 31 agosto, Aldo Tagliapietra! Il fondatore delle Orme, terrà a Piombino una conversazione-concerto: insieme al giornalista Donato Zoppo, Tagliapietra canterà e ripercorrerà le tappe salienti della propria storia, dalla nascita delle Orme al libro Le mie verità nascoste, dai clamorosi successi italiani e stranieri degli anni ’70 fino al suo imminente e attesissimo nuovo album.

Programma:

  • ore 21.30: Terrazza Ristorante La Rocchetta, Piazza Bovio, Piombino (LI) – Ribelli tra spazi e banane. La Firenze rock anni ’70. Incontro con Bruno Casini

Ingresso gratuito

Info evento:

Cover Green Mediapartners:

Info web:

About Donato Ruggiero

Donato Ruggiero
Membro fondatore e redattore di HamelinProg.com, è archeologo e autore del romanzo noir "Tutto tranne il cane" (0111 Edizioni, 2017) nonché chitarrista della band alternative rock Malamente con all'attivo l'album "Stato vegetativo permanente". Appassionato di progressive rock, rock progressivo italiano anni '70, in particolare dei gruppi "minori", e contemporaneo, krautrock, space rock, scuola di Canterbury, avant-prog, rock sinfonico, jazz rock, musica sperimentale e molto altro.

Check Also

Life Size – Il nuovo album di John Greaves

John Greaves, bassista, cantante e compositore noto soprattutto per la sua militanza negli Henry Cow …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *