Home / News / Endless Way From You – Il nuovo album di The Worm Ouroboros

Endless Way From You – Il nuovo album di The Worm Ouroboros

The Worm Ouroboros presenta con orgoglio il loro nuovo album “Endless Way From You“, come naturale seguito al loro primo “Of Things That Never Were”, che incorpora stili diversi, dal prog sinfonico e dalla tradizione Canterbury fino a desertici e sinistri territori zeuhl. È una visione a 360 gradi di sogni e incubi che conducono attraverso cieli senza parole e spiagge deserte; principalmente strumentale con arrangiamenti intensi e complessi con flauto, chitarra e tastiere vintage. Come il primo, il nuovo album presenta musicisti ospiti del Five-Storey Ensemble.

La band è emersa nel 2006 dalle profondità delle paludi dell’Europa orientale della Bielorussia, quando Sergey Gvozdyukevich e Vladimir Sobolevsky, ispirati al rock progressivo degli anni ’70, hanno deciso di presentare la loro visione musicale al pubblico. Attraverso i diversi cambi di line-up ed esibizioni ai festival, demo-record nel 2009 e 2011, lo stile di The Worm Ouroboros alla fine ha preso forma, avendo assorbito molte influenze dalla scena prog degli anni ’70, dai Genesis ai Magma, e il risultato è il loro primo album “Of Things That Never Were” nel 2013 su etichetta italiana AltrOck / Fading, che ha ricevuto un feedback molto positivo. E ora, anni dopo, The Worm Ouroboros ha realizzato la sua seconda creazione “Endless Way From You”, pubblicata dall’etichetta italiana Lizard Records. La musica della band è la diversa miscela di stili e stati d’animo, dall’inconsolabile lugubrezza alla brillante melodia, con un’immutabile densità di arrangiamenti, con forti influenze zeuhl e Canterbury. Il suono è basato su organo e chitarra con un uso notevole di flauti e altri fiati, nonché (ovviamente) il battito sostenuto di batteria e percussioni. A proposito, è lugubre, lugubriescenza o lugubriosità? (comunicato stampa).

Tracklist:

  1. Cycles (14:16)
  2. Clouds to Owings Mills (7:27)
  3. Stone and Lydia (8:17)
  4. Quest of the Kingfisher (7:15)
  5. Muralidaran (5:40)
  6. Ascension (5:19)
  7. The Reality You Can’t Stop Dreaming (13:20)
  8. The Whistler Shrill (8:03)
  9. Traigh Bheasdaire (4:18)

Per maggiori info e per acquistare l’album: Lizard Records | Bandcamp

About Donato Ruggiero

Donato Ruggiero
Membro fondatore e redattore di HamelinProg.com, è archeologo e autore del romanzo noir "Tutto tranne il cane" (0111 Edizioni, 2017) e di diversi racconti pubblicati in varie antologie, nonché chitarrista della band alternative rock Malamente con all'attivo l'album "Stato vegetativo permanente". Appassionato di progressive rock, rock progressivo italiano anni '70, in particolare dei gruppi "minori", e contemporaneo, krautrock, space rock, scuola di Canterbury, avant-prog, rock sinfonico, jazz rock, musica sperimentale e molto altro.

Check Also

Eventi della settimana 11/02 – 16/02

Eventi in programma dall’11 al 16 febbraio: 11/02 Dream Theater a Roma 12/02 Dream Theater …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *