Feste di strada, spettacoli di luci e concerti intorno all’incoronazione di Re Carlo

Feste di strada, spettacoli di luci e concerti intorno all’incoronazione di Re Carlo

Feste di strada, spettacoli di luci e concerti intorno all’incoronazione di Re Carlo

AFP

Notizie ONS

Buckingham Palace ha annunciato il programma per l’incoronazione del re Carlo d’Inghilterra sabato 6 maggio. Oltre alla consueta cerimonia, questo fine settimana ci sono processioni tradizionali, un concerto al Castello di Windsor, feste di strada e spettacoli di luci.

In una dichiarazione, il palazzo ha dichiarato: “Il re e la regina consorte sperano che il fine settimana dell’incoronazione offra alle persone l’opportunità di trascorrere del tempo e festeggiare con amici, familiari e comunità in tutto il Regno. Regno, Commonwealth e altri territori sotto la caduta del regno”.

Abbazia di Westminster

La parte ufficiale dell’incoronazione di Carlo e Camilla si svolgerà presso l’Abbazia di Westminster a Londra. Questa parte della cerimonia sarà principalmente di natura tradizionale e religiosa. La coppia reale arriverà con una processione da Buckingham Palace all’Abbazia di Westminster.

Dopo la funzione, gli sposi tornano a palazzo dove si affacciano sul balcone con altri membri della famiglia reale.

Il concerto al Castello di Windsor si terrà domenica 7 maggio. Chi si esibirà non è ancora noto, ma secondo Buckingham Palace si tratta di una combinazione di “icone della musica internazionale e artisti contemporanei”. Suona anche un’orchestra di “classe mondiale” accompagnata da “alcuni dei più grandi artisti e ballerini”.

Volontario

Diverse migliaia di britannici possono assistere all’evento musicale tirando a sorte. Gli inglesi sono anche chiamati a scendere in piazza la domenica per festeggiare e condividere il cibo. Un giorno dopo, lunedì 8 maggio, è un giorno libero. Buckingham Palace spera che i britannici utilizzino il tempo per fare volontariato.

Charles, 74 anni, è diventato re del Regno Unito a settembre dopo che sua madre, regina Elisabettaè morto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *