Home / L'artista racconta / Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana

Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana

Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana… E si riparte a pieno regime!

Dopo una fase fatta di piccoli ritocchi e minimi dettagli al materiale per il secondo album già registrato, ecco che finalmente i Flower Flesh sono tornati a registrare uno degli ultimi brani che andranno a completare il disco. La traccia si intitola “We are like waves” e vede i due protagonisti del concept album, Oliver e il suo cane Pocho, incontrare un marinaio che spiega che in fondo la vita umana è qualcosa che arriva e se ne va, proprio come le onde.

L’11 aprile Alberto è andato a fare tutte le parti di tastiere della traccia, in una lunga sessione unica (dalle 21 fino alle 3 di notte circa), nella quale ha adoperato alcuni dei più bei “gioielli vintage” della MazziFactory, come il piano elettrico Yamaha CP70 e i sintetizzatori analogici Arp Odissey e Pro One.

Alessandro Mazzitelli si è occupato, oltre che delle registrazioni, anche della programmazione di alcuni timbri su queste antiche, delicate e affascinanti macchine.

Il 17 aprile Giorgio (batteria), Marco (chitarre) e Daniel Elvstrom (voce) sono andati a completare le loro parti sulla traccia. La linea di basso, lo ricordiamo, sarà invece affidata a un ospite illustre: il grande Diego Banchero (Malombra, Il Segno del Comando e numerosi altri progetti). Alberto, che aveva già fatto le sue parti, è passato a salutare gli amici in studio.

E il 17 aprile i Flower Flesh hanno ricevuto anche una graditissima “a sorpresa”: si tratta del fotografo Roberto Alfredo Oliva (in arte Avilo) che ha collaborato spesso con la band ligure in passato e che ha già con loro altri interessanti programmi per il futuro. Avilo ha scattato durante le sessioni di registrazione alcune meravigliose foto come solo lui sa fare…

Fotogallery

  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana
  • Flower Flesh in studio di registrazione – Diario di bordo, 11˄ settimana

About Donato Ruggiero

Donato Ruggiero
Membro fondatore e redattore di HamelinProg.com, è archeologo e autore del romanzo noir "Tutto tranne il cane" (0111 Edizioni, 2017) e di diversi racconti pubblicati in varie antologie, nonché chitarrista della band alternative rock Malamente con all'attivo l'album "Stato vegetativo permanente". Appassionato di progressive rock, rock progressivo italiano anni '70, in particolare dei gruppi "minori", e contemporaneo, krautrock, space rock, scuola di Canterbury, avant-prog, rock sinfonico, jazz rock, musica sperimentale e molto altro.

Check Also

Cellar Noise – Dietro le quinte del nuovo album

Salve popolo di Hamelin! Qui parlano (o meglio, forse, scrivono) i Cellar Noise, pronti a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *