Home / News / Hey Weirdo! – Il nuovo album di Loomings

Hey Weirdo! – Il nuovo album di Loomings

Il 4 maggio esce “Hey Weirdo!”, il secondo lavoro in studio di Loomings. “Hey Weirdo!”, album che segue “Everyday Mythology” (2015), è un’avventura sonora inaspettata, al contempo complessa e accessibile, che integra aspetti della musica “colta contemporanea” (l’atonalità, le strutture libere, le miscele timbriche inaspettate, la composizione nel senso “classico” del termine) con altri che appartengono più al rock e alla musica contemporanea (il groove, la manipolazione elettrica o elettronica del suono, la volontà di scrivere canzoni, seppure in senso lato).

Hey Weirdo!” è stato registrato allo Studio Nac di Strasburgo, con la collaborazione di un quintetto di ottoni composto da JB Juszczak, Paul Schwartz, Rémi Psaume (sassofoni), Bertrand Eber (tromba) e Nicolas Jean (trombone).

L’album è prodotto da Soleil Mutant e ha ricevuto il sostegno del Gouveia Art Rock Festival. Sarà presentato al pubblico proprio durante l’edizione 2019 di questo festival (4-5 maggio).

Leggi la genesi dell’album realizzata in esclusiva per HamelinProg.com.

Tracklist:

  1. Listen
  2. The Slap
  3. All Hail
  4. Sick Notes
  5. The High Bar
  6. Hypnotic
  7. To and Fro
  8. Cerchi
  9. Hey Weirdo!
  10. Stratification
  11. Wonder and Delusion

Loomings nasce sotto l’impulso di Jacopo Costa, musicista italiano residente a Strasburgo: grazie alla vitalità della scena musicale locale, ha l’opportunità di realizzare le sue composizioni con l’aiuto di musicisti di diversa estrazione. Le voci di Maria Denami e Clara Weil – la prima formata nel repertorio lirico, la seconda radicata nel folk e nell’improvvisazione – si aggiungono al groove di Nicolas Klee (basso) e Matthieu Mazué (tastiere) e alle percussioni e ai trattamenti elettronici di Enrico Pedicone e dello stesso Jacopo: il risultato di questo incrocio, poetico, ironico e potente al tempo stesso, invita le menti più avventurose a scoprire nuovi territori sonori. I riferimenti musicali del gruppo appartengono alla tradizione pop-rock sperimentale: dai Beatles al Rock In Opposition, da Zappa a Prince. Ma il repertorio di Loomings riflette principalmente il desiderio di andare oltre sulla strada indicata da questi “pionieri”, e non di ripercorrerne i passi.

Canzoni a metà strada tra il rock e… qualcos’altro: la musica di Loomings invade le orecchie con suoni unici.

Per maggiori info: sito | facebook

About Donato Ruggiero

Donato Ruggiero
Membro fondatore e redattore di HamelinProg.com, è archeologo e autore del romanzo noir "Tutto tranne il cane" (0111 Edizioni, 2017) e di diversi racconti pubblicati in varie antologie, nonché chitarrista della band alternative rock Malamente con all'attivo l'album "Stato vegetativo permanente". Appassionato di progressive rock, rock progressivo italiano anni '70, in particolare dei gruppi "minori", e contemporaneo, krautrock, space rock, scuola di Canterbury, avant-prog, rock sinfonico, jazz rock, musica sperimentale e molto altro.

Check Also

The Future is Us – L’album degli Hawkestrel

Il 9 agosto è uscito The Future is Us, album che, sotto il nome di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *