I mercati azionari volano nel loro giorno di setup e decidono di salire forse fino a metà febbraio. I titoli su cui scommettere

Dall’inizio dell’anno, il le nostre pagine abbiamo indicato quanto sia importante la data del 6 gennaio e perché abbia agito ciclicamente da spartiacque. Oggi l’esplosione di dinamiche anche se con volumi inferiori alla media giornaliera. Il fatto che i volumi siano bassi non è, tuttavia, un indicatore contrario. I volumi sono al di sotto della media e basta. Ciò che conta sono i prezzi che oggi hanno “chiarito le loro intenzioni”. Oggi sarebbe dovuta partire una fase direzionale del 7/10% che potrebbe accompagnarci fino a metà febbraio. In effetti, stiamo quindi già sottolineando che il nostro frattale annuale può iniziare l’anno con uno scenario che cambia da orso a toro, fino a prova contraria.

I mercati azionari volano il giorno dell’installazione e decidono di salire forse fino a metà febbraio?

Alle 16:54 del 6 gennaio leggiamo i seguenti prezzi:

Dax Future

13.895

Futuro Eurostoxx

3.606

Ftse Eb Per venire su

22.665

S&P 500

3.759

Allora, cosa guardare da domani? Quale operazione di trading effettuare in un’ottica di più giorni?

Auto-modifica in corso per il nostro frattale fino a metà febbraio?

In rosso le nostre previsioni annuali su scala settimanale per il 2021.

Il percorso scelto dai mercati a questo punto sembra essere fino alla settimana 6 dell’anno in corso.

I mercati azionari volano il giorno del setup e decidono di salire forse fino a metà febbraio

Ecco il listino prezzi da adeguare domani e comprendere i pericoli e le opportunità che potrebbero sorgere:

Dax Future

Tendenza rialzista. Ulteriore calo solo con la chiusura giornaliera del 7 gennaio sotto 13.551.

Futuro Eurostoxx

Tendenza rialzista. Nuove riduzioni solo con la chiusura giornaliera del 7 gennaio inferiore a 3.507.

READ  Dimmi che conto hai e ti dirò chi sei per la tua banca

Future Ftse Eb

Tendenza rialzista. Nuovi sconti solo con la chiusura giornaliera del 7 gennaio inferiore a 22.100.

S&P 500

Tendenza rialzista. Ulteriori cali solo con la chiusura giornaliera del 7 gennaio al di sotto di 3,661.

D’ora in poi, possiamo quindi aspettarci forti aumenti (anche del 7/10%) nelle prossime 5 settimane. I titoli su cui puntare sono Enel, Eni, Intesa Sanpaolo, Saipem, Tenaris, Unicredit.

Procederemo passo dopo passo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *