Il boss del pub Camiel vuole una birra diversa, ma è bloccato con un birraio: “ingiusto”

Il boss del pub Camiel vuole una birra diversa, ma è bloccato con un birraio: “ingiusto”

Il boss del pub Camiel vuole una birra diversa, ma è bloccato con un birraio: “ingiusto”

È con rammarico che il proprietario del caffè Camiel Verschuren a Helmond vede sempre più concorrenti passare a un’altra marca di birra. I prezzi di acquisto continuano a salire e quest’anno ha già registrato due aumenti di prezzo. Ma servire un’altra marca di birra non è un’opzione per lui. “Il birrificio decide”, disse Camiel con un sospiro.

Foto del profilo di Rochelle Moes
Scritto da

Rochelle Moss

Camiel è uno dei tanti operatori del Brabante che affittano i loro locali dal birrificio e quindi sono con le spalle al muro. L’edificio e il rubinetto appartengono al birrificio AB-InBev e Camiel è quindi obbligato a servire Jupiler. “AB-InBev ha altri marchi, ma il contratto dice che posso acquistare solo Jupiler. Ed è un contratto in corso, quindi non posso ignorarlo.

“Quindi pensi: lasciaci soli per un anno.”

L’imprenditore ha rilevato Stadsherberghe De Kei nell’estate del 2019. Ha dovuto chiudere i battenti poco dopo a causa delle misure della corona. Ora sta lottando di nuovo. “Quando senti che un birrificio del genere sta realizzando miliardi di profitti a livello globale e ha anche girato di più durante la pandemia, beh. Lascia in pace noi e i clienti per un anno, credo. Invece, otteniamo due aumenti in un anno. Sembra molto ingiusto.

Secondo lui, gli operatori che hanno i propri locali a volte beneficerebbero anche di sconti significativi se passassero a una grande marca di birra. “Hanno una posizione negoziale molto forte. Possono sedersi intorno al tavolo con diverse birre e scegliere il miglior prezzo. E un birrificio spesso addebiterà un prezzo standard inferiore. »

“Presto gli ospiti verranno solo una volta al mese, invece che ogni settimana.”

Camiel ha già aumentato di trenta centesimi il prezzo della birra nel suo pub quest’anno. Se il prezzo di acquisto di Jupiler aumenta di nuovo, non ha altra scelta che continuare. “Ma mi costerà degli ospiti,” disse Camiel. “I giovani in particolare lottano con questo e sceglieranno quindi di venire solo una volta al mese, invece che ogni settimana”.

READ  Non sta proprio bene: il restringimento sembra inevitabile - Opinione Hans de Jong

Spera che i birrifici aprano gli occhi ora che sempre più pub si rivolgono a marchi della casa o birra straniera. “Se si diffonde come una chiazza di petrolio, potrebbe diventare qualcosa. Quindi spero che i birrifici facciano qualcosa al riguardo. Perché ho paura di cosa accadrà al prezzo l’anno prossimo.

LEGGI ANCHE:

Il caffè è stufo del prezzo della birra e passa alla birra chiara tedesca: “Costa molto meno!”

Cafe Uden con birra tedesca a buon mercato inondato di reazioni

Altri caffè cercano una via d’uscita dai prezzi elevati della birra: “Andare al marchio della casa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *