Home / News / Il cerchio medianico – Un’opera prop di Stefano Agnini

Il cerchio medianico – Un’opera prop di Stefano Agnini

Il cerchio medianico - Un'opera prop di Stefano AgniniChiunque abbia avuto a che fare con il prog italiano di nuova generazione non può non conoscere Stefano Agnini, in particolare per la sua militanza ne La Coscienza di Zeno e la sua partecipazione al progetto La Curva di Lesmo insieme al compagno di scuderia Fabio Zuffanti. Oggi, per la prima volta, il compositore genovese affronta la sfida del disco solista, in totale e incondizionata libertà artistica.

Ad accompagnarlo troviamo una serie di ospiti illustri: Stefano Lupo Galifi (Museo Rosenbach), Martin Grice (Delirium, Z-Band), Matteo Nahum (Höstsonaten), Boris Savoldelli, Luca Scherani e Melissa Del Lucchese (La Coscienza di Zeno) Daniele Sollo, Andrea Orlando, Marco Callegari e lo stesso Fabio Zuffanti.

Il risultato è ‘un’opera prop’, dove il termine ‘prop’ è semplicemente una curiosa contrazione dell’espressione ‘prog- pop’, definizione che calza a pennello per “Il Cerchio Medianico”, in quanto l’apparente immediatezza delle sue composizioni (pop) cela un’accurata ricerca negli arrangiamenti e un’abilità compositiva fuori dal comune (prog). Se essere progressivi significa saper spaziare sapientemente tra generi musicali diversi, questo è probabilmente uno degli album più prog in cui potreste imbattervi negli ultimi tempi: “Il Cerchio Medianico” contiene infatti tracce di sound canterburiano, jazz-rock, funk, cantautorato italiano, spoken word, musica popolare, classico rock progressivo italiano, persino momenti di chiara ispirazione ‘zappiana’ (“Arrivo dello spirito guida”, “Canzone delle cose vietate”).

Un album particolare, eclettico e per certi versi anarchico, pubblicato in versione CD papersleeve ed eccezionalmente in un’edizione limitata in musicassetta!

Tracklist:

  1. Introduzione
  2. Un attimo di vita
  3. Canzone della bambina senza testa
  4. Canzone delle colpe
  5. Arrivo dello spirito guida
  6. Canzone delle cose vietate
  7. Canzone della realtà disidratata
  8. Canzone del cantautore
  9. Canzone della fanciulla di paglia
  10. Morte e distruzione
  11. Canzone delle poche cose
  12. Enoizudortni

Per maggiori info: Stefano Agnini

Per acquistare l’album clicca qui

About Donato Ruggiero

Donato Ruggiero
Membro fondatore e redattore di HamelinProg.com, è archeologo e autore del romanzo noir "Tutto tranne il cane" (0111 Edizioni, 2017) e di diversi racconti pubblicati in varie antologie, nonché chitarrista della band alternative rock Malamente con all'attivo l'album "Stato vegetativo permanente". Appassionato di progressive rock, rock progressivo italiano anni '70, in particolare dei gruppi "minori", e contemporaneo, krautrock, space rock, scuola di Canterbury, avant-prog, rock sinfonico, jazz rock, musica sperimentale e molto altro.

Check Also

The Killing Fields – In arrivo il Box Set di Mike Oldfield

In arrivo il Box Set in edizione deluxe e limitata di The Killing Fields, colonna …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *