Il crollo dei prezzi dell’oro non è ancora evitato

Dopo il crollo di lunedì 9 novembre dove l’oro ha perso il 5%, nelle sedute successive si è assistito ad un tentativo di rimbalzo che però non ha cambiato di molto lo scenario ribassista. Pertanto, il crollo dei prezzi dell’oro non è ancora stato evitato.

Che ci sia un sentimento negativo nei confronti dell’oro è evidente anche da un fatto che non era mai stato rivelato negli ultimi 10 anni. Per la prima volta in questo periodo, infatti, nel terzo trimestre del 2020 le banche centrali hanno venduto oro riducendo le proprie riserve. Tuttavia, un’indagine di Invesco presso le banche centrali ha mostrato che l’attrattiva dell’oro è rimasta invariata. Per i prossimi 12 mesi, prevediamo quindi un aumento delle riserve auree della banca centrale.

Secondo questo sondaggio, l’oro rimane quindi molto attraente nel lungo termine nel lungo periodo, ma nel breve termine potrebbero esserci shock al ribasso.

Secondo l’analisi grafica e previsionale, il crollo dei prezzi dell’oro non è ancora evitato

Loro (prezzo in tempo reale) ha chiuso la sessione il 13 novembre, in crescita dello 0,69% rispetto alla sessione precedente a $ 1.886,2. La settimana, invece, si è conclusa con un calo del 3,36%.

Ritardo giornaliero

La sessione del 9 novembre ha causato il crollo dei prezzi dell’oro e ha avviato una proiezione ribassista (linea tratteggiata) che mira ai livelli indicati dalle linee tratteggiate. Come si può vedere dal grafico, le restanti quattro sessioni della settima non sono riuscite a rompere il livello nell’area di 1.885,5 $, quindi lo scenario ribassista con il prossimo target nell’area 1 $ 804 sono ancora validi.

READ  Multa antitrust di 5 milioni alla Posta: "Il mancato invio di lettere raccomandate danneggia i consumatori e la giustizia. Ritardi portano a prescrizioni"

Una chiusura giornaliera superiore a 1.885,5, invece, porterebbe i prezzi verso gli obiettivi indicati in figura (linea continua).

Oro: proiezione rialzista in corso nel periodo giornaliero (linea tratteggiata). Le linee diagonali rosse rappresentano i livelli di bisettrice in esecuzione; le linee orizzontali i livelli della nuova legge di vibrazione. Il volume per ogni livello di prezzo è mostrato a sinistra. Il segno centrale è il segnale BottomHunter. Il minimo nel periodo in esame è contrassegnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra rispetto a una media mobile esponenziale di spostamento zero di 20 periodi.

Calendario settimanale

La barra settimanale è stata abbastanza devastante per l’attuale proiezione rialzista (linea continua), ma il supporto nell’area di $ 1.830 / $ 1.850 ha resistito alla pressione al ribasso. Il tutto si gioca quindi intorno alla zona dei 1830/1850 dollari e il suo comportamento mantiene intatte le probabilità di raggiungere gli obiettivi rialzisti indicati in figura. In caso contrario, i prezzi scenderebbero verso gli obiettivi ribassisti (linea tratteggiata) mostrati in figura.

oro

Oro: proiezione rialzista (linea continua) in corso nel periodo settimanale. Le linee diagonali rosse rappresentano i livelli di bisettrice in esecuzione; le linee orizzontali i livelli della nuova legge di vibrazione. Il volume per ogni livello di prezzo è mostrato a sinistra. Il segno centrale è il segnale BottomHunter. Il minimo nel periodo in esame è contrassegnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra rispetto a una media mobile esponenziale di spostamento zero di 20 periodi.

Periodo mensile

Il livello da tenere d’occhio alla chiusura mensile è di $ 1.860. Una chiusura mensile al di sotto di questo livello farebbe scendere i prezzi verso l’area di $ 1.629 (obiettivo di prezzo II). La sua tenuta, tuttavia, seguita dal breakout dell’area di $ 1.940 proietterebbe i prezzi a nuovi massimi da calcolare dopo l’inversione.

oro

Oro: proiezione ribassista in corso nel periodo mensile. Le linee diagonali rosse rappresentano i livelli di bisettrice in esecuzione; le linee orizzontali i livelli della nuova legge di vibrazione. Il volume per ogni livello di prezzo è mostrato a sinistra. Il segno centrale è il segnale BottomHunter. Il minimo nel periodo in esame è contrassegnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra rispetto a una media mobile esponenziale di spostamento zero di 20 periodi.

Approfondimento

READ  Il "cashback" raddoppia per Natale, fino a 300 euro restituiti a chi fa acquisti con carte e sistemi di pagamento digitali

L’aumento del petrolio è da prendere sul serio o ci aspettano ulteriori sorprese al ribasso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *