Il dramma della Serie C continua: anche il Livorno è a un passo dal fallimento. Dettagli | Altri campionati italiani

Dopo il fallimento di Trapani, potrebbe esserci un’altra società ad alzare bandiera bianca. E, anche in questo caso, è un club con una grande storia: il Livorno. Dopo il cambio di proprietario infatti la caparra necessaria per salvare la squadra non è stata versata, a seconda di quando Sky Sport. Manca l’importo promesso da Cerea Banca ed i finanziamenti deliberati dai soci, che non sono stati puntualmente pagati. E ora le lancette dell’orologio hanno iniziato a girare ad alta velocità, con il tempo la mazza ha sempre meno.

LA SITUAZIONE – Al momento la situazione a Livorno è disperata, con pagamenti da fare tempi molto brevi salvare la società da un fallimento che sarebbe stato clamoroso anche considerando i risultati sportivi di basso profilo del club toscano negli ultimi anni. Nel caso in cui il deposito non raggiunga la svolta molto stretta, Il Livorno sarebbe escluso dal campionato, con giocatori che potrebbero essere rilasciati già questa settimana. Sfortunatamente, questo è solo l’ultimo di un file innumerevoli serie di campanelli d’allarme sullo stato di salute del calcio italiano, che continua a perdere i pezzi nel mezzo di disinteresse generale istituzioni non coinvolte nei domini Lega Pro.

GRUPPO A – E mentre fuori dal campo si consumano i drammi di alcune delle società più nobili del nostro calcio, le partite continuano senza sosta, con il quarto turno del campionato che si conclude ieri sera con il rinvio tra Alessandria e Novara. I Grigi hanno deluso ancora una volta, subendo un’altra sconfitta con un gol beffardo negli ultimi secondi della partita. Inizio di stagione davvero deludente per l’Alessandrino, partito favorito del gruppo ai blocchi di partenza e che dopo quattro gare è già a sei lunghezze dalla vetta. Anche lui lotta Carrara, che non va oltre l’1-1 casalingo con il Piacenza, approfittando delle difficoltà dei due favoriti Lecco, che liquida il Como con un netto 3-0 e mantiene l’unico record a +1 su Novara, Grosseto e Renate.

READ  LA LANTERNA VERDE - A Crotone con l'inventiva del Maestro ... E su CR7 ...

GRUPPO B – Pirotecnica 4-2 per il Feralpisalò che porta a casa tre punti d’oro dalla trasferta di Cesena, con due reti in arrivo nei minuti finali di gioco. Modena, che detiene il primo posto con gli uomini di Pavanel, con il Suditrol che ha perso il record a causa del pareggio interno contro il Gubbio. Riacquista anche la seconda vittoria consecutiva Padova, 1-0 a La Fermana, la classifica resta molto corta, con dodici squadre in soli tre punti.

GIRONE C – Continua la marcia del Bari a tappe serrate, che a Viterbo non lascia nemmeno le briciole: 3-0 e tre punti che permettono al club di De Laurentiis di mantenere il comando del girone, +1 sulla grande sorpresa della stagione Turris, capace di portare a casa il massimo con il minimo sforzo del terreno di Bisceglie. Quelli che continuano a deludere sono i Palermo, battuto in casa da un buon Avellino, che resta impigliato nelle zone molto basse della classifica, con un solo punto in totale. Poco, troppo poco per chi porta sulle proprie maglie uno degli stemmi più importanti del calcio italiano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *