Home / News / Massimo Salari – Metal Progressive Italiano

Massimo Salari – Metal Progressive Italiano

Il genere musicale metal si è nel tempo ramificato in più sottogeneri; il più sperimentale e ricercato è il metal progressive. Per quanto l’anno zero sia sempre stato collegato al primo album degli americani Dream Theater negli anni Ottanta, in realtà la storia parte dalla fine degli anni Settanta. Questo libro vuole testimoniare un mondo sonoro affascinante, ricco di sperimentazioni e di soluzioni sbalorditive a partire dai capostipiti stranieri fino a tutti i gruppi italiani che hanno tentato di modificare le coordinate del metal. Un viaggio nella Penisola regione per regione, con nomi e discografie a testimonianza di un folto sottobosco di gruppi italiani. All’interno anche la spiegazione di tutti i sottogeneri metal e il significato del termine metal progressive.

Il libro sarà disponibile dal 17 ottobre 2019 in tutte le librerie e store mediatici.

 

Massimo Salari

Ha scritto su riviste musicali quali “Andromeda”, “Rock Hard” e “Flash”. Nel web ha scritto su “Flash Forwards”, scrive su “Rock Impressions” ed è titolare del blog musicale “Nonsoloprogrock”. È autore del libro “Rock Progressivo Italiano 1980-2013” (Arcana) con il quale nel 2018 ha vinto il premio “Macchina da scrivere” per la categoria “Migliore Enciclopedia dell’Anno”.

Per maggiori info: Facebook

About Antonio Menichella

Antonio Menichella
Ideatore, membro fondatore e redattore di HamelinProg.com, è docente di disegno e storia dell'arte, artista visivo e grafico. Appassionato di rock psichedelico, acid rock, stoner, desert rock, neopsichedelia, progressive rock, rock progressivo italiano, space rock, krautrock, zeuhl, scuola di Canterbury, avant-prog, rock sinfonico, jazz rock, prog folk, prog metal, neoprogressive, hard rock, post-rock, musica sperimentale e molto altro.

Check Also

Severance – In arrivo il secondo album degli Atom Made Earth

“Severance” è il nuovo album degli Atom Made Earth, prog/shoegaze band marchigiana tra le cose …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *