Messi rompe col Barcellona, ora l’Inter ci crede davvero: i motivi per sperare e gli ostacoli

Messi rompe con il Barcellona, ​​ora l’Inter ci crede davvero: le ragioni della speranza e gli ostacoli | Prima pagina

Epppur si muove. Il giorno del vertice tra Leo Messi e Ronald Koeman offre nuove speranze all’Inter e alle squadre che sognano l’arrivo del campione del Rosariio: il capitano del Barcellona ha infatti incontrato per la prima volta il nuovo allenatore dei blaugrana, ma dalla Catalogna sono pessimisti sulla permanenza del Pulce. L’argentino ha davvero ha comunicato a Koeman che non vede chiaramente il suo futuro all’interno del Barcellona, mostrandosi comunque consapevole delle difficoltà che dovrà affrontare a livello contrattuale se decide di andarsene. Ma la rottura c’è e L’Inter ci crede: vediamo quali sono i motivi per credere nella trattativa e gli ostacoli.

LE RAGIONI PER SPERARE – I dubbi di Messi sono principalmente legati a pesante eliminazione diretta dal Bayern Monaco a Lisbona e a valutazione, in testa ai 10 da tempo in realtà, che il suo ciclo al Barcellona può considerarsi concluso. La classe 1987 richiedeva qualche giorno per valutare il suo futuro: questo desiderio di competere con altre sfide può dare speranza all’Inter, visto che mai prima aveva messo in dubbio la sua permanenza a Barcellona. inoltre il membro del consiglio Xavi Vilajoana ha parlato di un possibile futuro per Messi lontano dal Camp Nou, e nel frattempo ioil padre, come ti abbiamo detto con foto e video, trasferisce la propria sede a Milano.

GLI OSTACOLI – Le note negative arrivano quando devi analizzare il fileIl costo dell’operazione Messi per l’Inter: il campione guadagna infatti 110 milioni lordi all’anno, tutto compreso, diffuse nei vari anni tra la firma del premio e l’impegno, e i diritti legati al suo nome sono tutti tuoi, per un totale di 440 milioni di euro, ottenuti sul rinnovo del contratto quadriennale nel 2017. Solo calcolando il suo attuale stipendio netto, arriva a 43 milioni fissi all’anno più ricchi bonus, che può portare il totale oltre il muro dei 60 milioni a stagione. Figure pazze, quello quasi nessun club italiano può pensare ai sobbarcarsil. Ma, come abbiamo visto nell’affare che ha portato Cristiano Ronaldo alla Juventus, le vie del calciomercato possono essere infinite: soprattutto se Messi continua a esprimere la sua idea di cambio di scenario, per provare, forse, quello del Milan …

READ  Champions: società del Lione, Manchester City battuto 3-1. Ma il vero perdente è Guardiola

@ Aleigio89

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *