Perché i trader sono preoccupati e perché i mercati azionari hanno chiuso al ribasso

Dopo sette sedute in rialzo, una battuta d’arresto era inevitabile per Piazza Affari. Non è il calo, di per sé modesto, a preoccupare gli operatori. Questo è lo scenario che si sta preparando in Europa e che ha portato in rosso tutti i listini del Vecchio Continente, il che è allarmante.

I contagi da Covid sono in rapido aumento e le principali capitali del continente potrebbero dover introdurre nuove quarantene. Questo è il motivo per cui i trader sono preoccupati e perché i mercati azionari hanno chiuso al ribasso. Ecco i dettagli della giornata nell’analisi dello studio di progettazione ProiezionidiBorsa.

Perché i trader sono preoccupati e perché i mercati azionari hanno chiuso al ribasso

Piazza Affari ha chiuso la seduta con una perdita contenuta. L’indice Ftse Mib (INDICE: FTSEMIB), ha perso lo 0,8%, chiudendo a 19.558 punti. Al declino non interessa tanto, ma come è avvenuto e il contesto in cui è maturato.

I prezzi hanno innescato un calo degli scambi. Durante le prime due ore sono discesi, poi sono risaliti e hanno invertito le perdite nella seconda parte della mattinata. Ma è stato intorno a mezzogiorno che c’è stata un’ulteriore inversione di tendenza ei prezzi hanno ripreso a scendere. Il calo si è concluso solo con la fine delle contrattazioni.

Il primo pensiero che mi viene in mente è che i prezzi hanno ricominciato a scendere intorno alle 12:00. In questo periodo iniziarono ad arrivare da Wall Street le prime informazioni sulla possibile apertura della Borsa. È lecito chiedersi quanto abbiano inciso i segnali di un’apertura negativa del mercato azionario statunitense.

Covid inizia a preoccuparsi

La seconda riflessione, anche di natura tecnica, riguarda l’evoluzione dei prezzi giornalieri. La sessione di oggi ha segnato un massimo inferiore rispetto a ieri e un minimo molto inferiore rispetto a ieri. E se i prezzi non aumenteranno domani, lo scenario rialzista delle ultime sessioni potrebbe tornare ad essere ribassista.

READ  Conad non recluta 100 ex dipendenti Auchan: scoppiano le proteste a Torino

Preoccupano infine la diffusione del contagio e le misure adottate dalle varie capitali europee per fermare Covid. Misure che potrebbero danneggiare ulteriormente la ripresa economica, che dovrebbe rimbalzare nell’ultimo trimestre.

Approfondimento

Per conoscere l’analisi di più giorni e il punto di vista del mercato internazionale dell’ufficio progettazione di ProiezionidiBorsa, cliccare su chi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *