Home / Artisti e gruppi / Piano Room, The

Piano Room, The

The Piano Room è un progetto del pianista e compositore Francesco Gazzara che, dopo quindici anni di colonne sonore per la TV e il cinema e quattro album con la formazione acid jazz Gazzara, unisce le atmosfere mistiche del progressive rock alle sonorità acustiche del Canterbury folk, trovando nella formazione del trio piano/contrabbasso/batteria il veicolo ideale per modernizzare nel ritmo e nel suono questi preziosi generi musicali.

Il debutto discografico arriva nel 2006 con la pubblicazione da parte di Terresommerse dell’album omonimo. È un album che vede il pianoforte protagonista fondersi con strumenti come chitarre, corno inglese, sax, Mellotron e Hammond, per creare bellissime ed immaginifiche atmosfere. La proposta sonora fonde le armonie del Canterbury sound e del progressive degli anni d’oro.

Nel 2007 la Irma Records pubblica “Early Morning”, album in cui Francesco Gazzara (piano, Mellotron, organo, synth, chitarre) è accompagnato da Luca Fogagnolo (contrabbasso) e Giuliano Ferrari (batteria, percussioni), entrambi componenti del combo jazz italiano Chat Noir. In questo album tutti i brani sono orchestrati appositamente per il trio, con un sensibile aumento di tensioni corali, echi pastorali e melodie epiche.

Nel 2009 è la volta di “Breath Feel”. Come già successo nel precedente lavoro, anche il sound di “Breath Feel” combina gli arpeggi pastorali di chitarre acustiche e 12 corde con fraseggi swing di contrabbasso, piano e batteria, qui esaltati anche da un brano interamente dedicato al compositore Dave Grusin. Nella title track del disco e nella bonus “Little Girl” intervengono, per la prima volta, due ospiti vocali d’eccezione: la soprano inglese Saffron Jones e il tenore italiano Gianluca Paganelli.

Il 1° febbraio 2019 la Irma Records pubblica il terzo lavoro in studio del progetto, “2084“. Il concept album, parzialmente ispirato al romanzo “2084: The End Of The World scritto” dell’autore algerino Boualem Sansal, è articolato in quattro tracce strumentali più tre bonus track di solo pianoforte, tributo all’album “1984” di Anthony Phillips (primo chitarrista e fondatore dei Genesis), capolavoro innovativo della scena progressive rock e dell’elettronica nei primi anni ’80. Nell’album abbondano quelle classiche sonorità dell’elettronica vintage (in questo caso sia analogica che digitale) e dal timbro subito riconoscibile della drum machine.

Per maggiori info: Facebook

 

Formazione:

Francesco Gazzara: piano, Mellotron, organo, synth, chitarre

 

Collaboratori:

Luca Fogagnolo: contrabbasso

Giuliano Ferrari: batteria, percussioni

Saffron Jones: voce (soprano)

Gianluca Paganelli: voce (tenore)

 

Discografia:

2006 – The Piano Room (Terresommerse)

2007 – Early Morning (Irma Records)

2009 – Breath Feel (Irma Records)

2019 – 2084 (Irma Records)

Fotogallery

  • Piano Room, The
  • Piano Room, The
  • Piano Room, The
  • Piano Room, The

About Antonio Menichella

Antonio Menichella
Ideatore, membro fondatore e redattore di HamelinProg.com, è docente di disegno e storia dell'arte, artista visivo e grafico. Appassionato di rock psichedelico, acid rock, stoner, desert rock, neopsichedelia, progressive rock, rock progressivo italiano, space rock, krautrock, zeuhl, scuola di Canterbury, avant-prog, rock sinfonico, jazz rock, prog folk, prog metal, neoprogressive, hard rock, post-rock, musica sperimentale e molto altro.

Check Also

Stagione all’Inferno, Una

Il progetto Una Stagione all’Inferno nasce nel 1997 dalla collaborazione tra Fabio Nicolazzo e Laura …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *