Piazza Affari fatica a chiudere e non è stata una giornata brillante per qualche motivo preciso

La calma è tornata sui mercati azionari europei. Le Piazze del Vecchio Continente hanno chiuso in rialzo la seconda seduta della settimana, con guadagni di circa un punto percentuale. Solo Piazza Affari fatica a chiudere e non è stata una giornata brillante per un motivo.

Tuttavia, due notizie hanno spinto i prezzi delle borse europee. Scopriamolo nell’analisi del Bureau des Projections of Bag Studies.

Due notizie positive rimettono in carreggiata i mercati azionari europei

Cominciamo con la chiusura di Piazza Affari. L’indice Ftse Mib (INDICE: FTSEMIB), ha chiuso in rialzo dello 0,2% a 22.099 punti. Un dato inferiore alla media delle borse europee. L’Euro Stoxx 50 ha guadagnato oltre l’1,1%, il Dax tedesco è salito dello 0,8%. Londra e Parigi hanno registrato risultati migliori con aumenti rispettivamente dell’1,9% e dell’1,1%.

A spingere i mercati azionari europei, è stato il dato sulla disoccupazione in Germania, in calo, sorprendendo tutti gli operatori. Questo risultato ha instillato la fiducia nei mercati per una ripresa economica più forte e rapida.

Ma è soprattutto un altro dato che ha messo a dura prova le borse del Vecchio Continente, il nuovo record di Wall Street.

Piazza Affari fatica a chiudere e non è stata una giornata brillante per qualche motivo preciso

Il mercato azionario americano, dopo alcuni giorni di incertezza, ha ripreso la settimana al ritmo degli indici che hanno stabilito nuovi record. E questa notizia ha dato un nuovo shock ai mercati azionari europei.

In Europa oggi, Piazza Affari è stata la peggiore. Anche l’apertura record della Borsa americana non ha scosso i prezzi dell’indice Ftse Mib. Cosa ha mantenuto la lista milanese?

READ  "L'Italia rischia solo 3,4 milioni di dosi invece di 8"

Di nuovo un affare bancario. L’addio di Mustier, CEO di Unicredit, ha innescato le vendite del titolo. I prezzi sono precipitati dell’8% scendendo sotto gli 8 euro. Appena una settimana fa, sono stati lanciati a circa 9,5 euro.

Al contrario, il resto del settore bancario è andato bene. Intesa guadagna il 2,7%, Banco BPM l’1,4%. Cresce anche BPER Banca.

Approfondimento

Questo analisi e analisi di più giorni dei mercati internazionali da parte del dipartimento studi di ProiezionidiBorsa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *