Piazza Affari fatica a chiudere e non è stata una giornata brillante per qualche motivo preciso

La calma è tornata sui mercati azionari europei. Le Piazze del Vecchio Continente hanno chiuso in rialzo la seconda seduta della settimana, con guadagni di circa un punto percentuale. Solo Piazza Affari fatica a chiudere e non è stata una giornata brillante per un motivo.

Tuttavia, due notizie hanno spinto i prezzi delle borse europee. Scopriamolo nell’analisi del Bureau des Projections of Bag Studies.

Due notizie positive rimettono in carreggiata i mercati azionari europei

Cominciamo con la chiusura di Piazza Affari. L’indice Ftse Mib (INDICE: FTSEMIB), ha chiuso in rialzo dello 0,2% a 22.099 punti. Un dato inferiore alla media delle borse europee. L’Euro Stoxx 50 ha guadagnato oltre l’1,1%, il Dax tedesco è salito dello 0,8%. Londra e Parigi hanno registrato risultati migliori con aumenti rispettivamente dell’1,9% e dell’1,1%.

A spingere i mercati azionari europei, è stato il dato sulla disoccupazione in Germania, in calo, sorprendendo tutti gli operatori. Questo risultato ha instillato la fiducia nei mercati per una ripresa economica più forte e rapida.

Ma è soprattutto un altro dato che ha messo a dura prova le borse del Vecchio Continente, il nuovo record di Wall Street.

Piazza Affari fatica a chiudere e non è stata una giornata brillante per qualche motivo preciso

Il mercato azionario americano, dopo alcuni giorni di incertezza, ha ripreso la settimana al ritmo degli indici che hanno stabilito nuovi record. E questa notizia ha dato un nuovo shock ai mercati azionari europei.

In Europa oggi, Piazza Affari è stata la peggiore. Anche l’apertura record della Borsa americana non ha scosso i prezzi dell’indice Ftse Mib. Cosa ha mantenuto la lista milanese?

READ  scadenza, chi paga e calcolo. Istruzioni AdE

Di nuovo un affare bancario. L’addio di Mustier, CEO di Unicredit, ha innescato le vendite del titolo. I prezzi sono precipitati dell’8% scendendo sotto gli 8 euro. Appena una settimana fa, sono stati lanciati a circa 9,5 euro.

Al contrario, il resto del settore bancario è andato bene. Intesa guadagna il 2,7%, Banco BPM l’1,4%. Cresce anche BPER Banca.

Approfondimento

Questo analisi e analisi di più giorni dei mercati internazionali da parte del dipartimento studi di ProiezionidiBorsa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *