Sensazione di ritorno nell’ArenA sold-out: come è rimasta rilevante questa festa? † ADESSO

I set vengono appesi in posizione, i tecnici collegano schermi LED imponenti e i pilastri ottengono un’ultima mano di vernice. Sensation si sta concretizzando nella Johan Cruijff ArenA, che è tornata al completo dopo cinque anni di assenza. In che modo questo fenomeno della danza, organizzato per la prima volta nel 2000, è rimasto così attuale?

“Sembra di tornare a casa”, ha detto il direttore dell’evento Eric Keijer venerdì mattina allo stadio di calcio di Amsterdam. Tra tutte le attività, prende posto nel palco reale, che si affaccia su un imponente palcoscenico dove sono ancora impegnati carrelli elevatori e gru. “Ho organizzato 134 fiere in 35 paesi, ma l’ultima edizione risale a quattro anni fa. È una bella sensazione essere di nuovo qui”.

Sensation è stata la prima festa al mondo in uno stadio nel 2000 ed è diventata un fenomeno internazionale di danza. L’ultima edizione olandese risale al 2017, quando l’organizzazione ha pensato che fosse giunto il momento di andare avanti. “Ci siamo sentiti come se stessimo entrando in un solco”, ha detto Keijer. “Ora c’erano così tanti altri eventi, dovevi davvero lottare per stare tra loro. Inoltre, uno stadio del genere è molto costoso in termini di produzione”.

Dopo un silenzio di tre anni, il piano era di stabilire un nuovo corso nel 2020. L’annunciato Beyond Sensation avrebbe dovuto essere il primo passo, ma è stato annullato a causa del virus corona. “Avevamo una nuova idea”, dice Keijer. “Seguendo il concetto di Sensazione Questa idea è stata abbandonata per diversi motivi. Da allora, anche il panorama degli eventi è cambiato di nuovo”.

READ  "Il figlio Maarten van Rossem partecipa a De Slimste Mens?"

Keijer afferma che dopo i difficili tempi della corona hanno deliberatamente atteso il lancio di un nuovo concetto. Ecco perché almeno quest’anno si attengono alla sensazione di “fiducia”. “Costruiremo un’edizione forte e poi guarderemo oltre. Siamo sicuramente ancora aperti a un nuovo evento. Per questa edizione, possiamo utilizzare tutta la conoscenza del passato, combinata con molta tecnologia all’avanguardia”.

Il direttore dell’evento Eric Keijer è stato coinvolto in Sensation sin dalla prima edizione.


Il direttore dell'evento Eric Keijer è stato coinvolto in Sensation sin dalla prima edizione.

Il direttore dell’evento Eric Keijer è stato coinvolto in Sensation sin dalla prima edizione.

Foto: sensazione

Schermi LED senza immagine

I fan di Sensation potrebbero riconoscere parte della scena di un’edizione precedente, ma ci sono anche nuovi sviluppi. “La qualità del video è molto migliore di questi tempi”, fornisce Keijer come esempio. “Era un po’ stretto, tra l’altro. Tutto è stato testato in anticipo in studio, ma mercoledì scorso non abbiamo avuto una foto degli schermi LED in loco. Giovedì abbiamo quindi portato nuovi processori per 15.000 euro. Altrimenti avremmo avuto un palco con venti pali neri in giro, ahah.”

Dopo 22 anni, molto è cambiato nel mondo della danza. Sensation ha ancora la stessa rilevanza di quelle rivoluzionarie prime edizioni? “Oggi gli stadi di calcio di tutto il mondo sono pieni di eventi di ballo”, riconosce Keijer. “Quindi non sei più l’unico in questo. Ma penso che sia ancora la madre degli eventi negli stadi. Proprio come Burning Man sarà ancora nella landa selvaggia americana, anche se ci sono altre edizioni nel mondo”.

Secondo Keijer, Sensation è inesorabilmente popolare. L’evento è sold out e anche i big del mondo della danza fanno la fila per salire sul palco. “Dj come Tiësto e Martin Garrix sono diventati i numeri uno al mondo dopo aver suonato con noi”.

READ  La discoteca Townhouse fa impazzire i vicini per il signor Franck Visser

Edizioni precedenti di Sensation

Costi alle stelle per i DJ commerciali

Il fatto che Sensation sia ancora rilevante è legato anche agli stili musicali. Dopo house, techno e trance nelle prime edizioni, sono stati ripresi in seguito anche generi come la clubhouse. “Abbiamo iniziato a agitarci un po’ in quell’area”, spiega Keijer. “Per questa edizione torniamo al club. Non vogliamo essere un evento troppo commerciale dal suono”.

Da un lato, ha a che fare con gli importi addebitati dai grandi DJ commerciali; per performance, questi possono raggiungere le tonnellate. “Ma riguarda anche il gruppo target a cui vuoi rivolgerti a lungo termine”, afferma Keijer. “Ci sono molte persone che non sono mai state a Sensation, mentre vorremmo anche avere visitatori del passato. È un compito piuttosto difficile”.

Ci sono sfide inaspettate con ogni edizione. Pensa a un anno con piogge torrenziali, che hanno lasciato decine di migliaia di visitatori bagnati e fumanti nella sala. O il disastro delle pubbliche relazioni dopo la rissa tra il kick boxer Badr Hari e l’uomo d’affari Koen Erink (i due sono stati coinvolti in una rissa in bagno).

Anche la prima edizione è stata stressante, ricorda Keijer. “Il giovedì sera precedente, l’Olanda ha giocato qui contro l’Italia negli Europei di calcio. Stavamo letteralmente aspettando fuori dalla porta con i camion. Prima c’erano i tempi supplementari, poi questa serie di rigori. Mentre dovevamo ancora costruire l’intero evento .”

Dalla seconda edizione di Sensation nel 2001, c’è stato un codice di abbigliamento bianco.


Dalla seconda edizione di Sensation nel 2001, c'è stato un codice di abbigliamento bianco.

Dalla seconda edizione di Sensation nel 2001, c’è stato un codice di abbigliamento bianco.

Foto: sensazione

“Siamo diventati finanziariamente bagnati”

I media hanno riferito all’epoca che Sensation era completamente esaurito, ma Keijer ammette ridendo che era un espediente pubblicitario. “All’epoca potevamo ospitare solo 30.000 persone, perché non sapevamo ancora come avrebbe funzionato logisticamente tutto in relazione a una partita di calcio o un concerto. Ma questo primo anno, penso che non sia “C’erano solo 23.000 visitatori. Naturalmente, non l’abbiamo detto. Nessuno sapeva com’era una folla del genere. Dal punto di vista finanziario, eravamo tutti bagnati nel frattempo. Ma l’anno successivo eravamo pieni, ahah.

READ  ARIANNA, LA FIGLIA PATRIZIA PELLEGRINO E LA MALATTIA / "Ho lottato tanto per lei"

Nel frattempo, sul campo dell’ArenA, si accendono grandi schermi LED di diversi colori. Devi aspettare fino al tramonto per vedere tutto correttamente. Alla vigilia di Sensation, l’intero spettacolo viene messo alla prova. “Un sacco di amici verranno questo venerdì sera”, dice Keijer. “E i miei figli. È diventata una specie di tradizione. Guardare uno spettacolo insieme è anche il modo in cui lo vivono”.

Non c’è festa la sera stessa per Keijer. “Se tutti stanno facendo bene il loro lavoro, io non ho niente da fare, ma con 2.500 dipendenti e artisti, ci sono sempre delle sfide. A causa delle carenze, abbiamo fissato tutto molto in alto. Se sarà presente meno personale, lo faremo. Sono Sono ancora molto orgoglioso che tutto abbia funzionato di nuovo. E che così tante persone stiano ancora arrivando. Non vedo l’ora di essere lì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.