Home / L'artista racconta / Severance – Il making of del nuovo album degli Atom Made Earth

Severance – Il making of del nuovo album degli Atom Made Earth

 “Severance” parla di separazione affettiva, fisica, chimica, astratta e materiale.

Parla di allontanarsi da qualcosa o qualcuno che abbiamo amato, da un ricordo o da un luogo che ha rappresentato per noi una svolta o un’emozione in un determinato momento.

La genesi di “Severance” è iniziata proprio mentre il progetto stava affrontando una separazione, con due dei quattro componenti che abbandonavano il gruppo durante la scrittura.

Il fulcro del lavoro da un punto di vista estetico e concettuale cerca di evidenziare come l’uomo si stia separando dalla sua natura, dalla terra, in direzione dell’automazione e dell’estremismo tecnologico, lasciando dietro di sé del marcio e della rovina creata dal suo percorso evolutivo.

Allo stesso tempo “Severance” è una metafora del concetto umano di separazione da qualcosa di molto intimo e affettivo, la nascita con la separazione dall’utero (“First of a Second Split”), che inoltre parla anche di guerra e di abbandono del proprio nido; dai racconti di quando si è bambini rimasti in fondo ai ricordi (“Childood Song”), alle prime emozioni adolescenziali, comprese di traumi, timidezza, dolore, amore, rabbia, incomprensione, spensieratezza, insicurezza (“Youth”).

Ma sicuramente parla anche di libertà, di mettere in mostra il nostro lato primordiale e non averne vergogna, del privarsi di qualcosa che ci opprime e che ci ha condotto a fare scelte folli e difficili, può parlare del cambiare stile di vita e imparare a stare da soli, di riuscire a liberarsi da demoni interiori, dei cattivi pensieri e dai ricordi di persone che ci hanno fatto del male (“Native” ed “El Roi”).

“In the Glow” tratta un concetto di scissione tra noi stessi e l’immagine che crediamo il mondo abbia di noi; parla attraverso la depressione nel sentirsi non adeguati alla civiltà moderna e il voler rallentare per non mettere a rischio se stessi. È un tentativo di esprimere quanto possiamo perdere l’idea che abbiamo di noi, in base a come ci specchiamo nel mondo esterno, di come i traumi affettivi possano mandare in tilt l’immagine che ci siamo fatti di noi stessi e farci diventare delle larve che non vogliono più aprirsi, pur di non sentire negatività e dolore.

Infine “Severance”, la traccia che porta il nome dell’intero album, rappresenta il vuoto che si viene a creare dal distacco di oggetti o persone l’uno con l’altro; del rumore silenzioso ma brutalmente assordante, che la separazione da qualcosa di importante lascia dentro e fuori.

Atom Made Earth, dicembre 2019

About amministrazione

Avatar

Check Also

Apofenia – La genesi del nuovo album de Il Giardino Onirico

Sette anni. Sette anni nella vita di una persona contengono un mondo, un mondo fatto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *