Home / News / The Disturbance Fields – Il nuovo album degli Edison’s Children

The Disturbance Fields – Il nuovo album degli Edison’s Children

È uscito The Disturbance Fields, il nuovo lavoro degli Edison’s Children, progetto che ruota intorno a Pete Trewavas (Marillion e Transatlantic), Eric Blackwood e Rick Armstrong, e che vede, in questa occasione, anche la presenza di Henry Rogers e Lisa Wetton.

Il concept album è incentrato sui disturbance fields, le furiose manifestazioni fisiche che madre natura usa come “reazione” contro la razza umana a causa del nostro continuo maltrattamento degli oceani e delle foreste pluviali e dello sviluppo eccessivo delle aree urbane sulle terre emerse. Ciò ha provocato i drammatici cambiamenti climatici che viviamo oggi, l’aumento delle temperature della terra e del mare, le tempeste sempre più forti e violente e gli eventi naturali distruttivi.

The Disturbance Fields contiene solo una canzone, un brano musicale epico di 68 minuti intitolato “Washed Away”, il viaggio di un uomo che combatte contro l’ira di Madre Natura. L’album è anche basato su fatti realmente accaduti alla band poiché durante le registrazioni di questo album e dei precedenti, gli Edison’s Children sono stati involontari protagonisti di un uragano, un terremoto 6.0, un tornado e una tempesta che ha causato uno stato di emergenza.

Avendo sperimentato in prima persona gran parte di ciò che la ferocia di Madre Natura può offrire, è stato naturale per noi scrivere questo concept. Forse abbiamo superato quella linea invisibile ed è arrivato per Madre Natura il momento di “ripulire” il mondo da ciò che è diventata la sua più grande minaccia: la natura umana.

Per maggiori info e per acquistare l’album: https://www.edisonschildren.com/

 

About Donato Ruggiero

Donato Ruggiero
Membro fondatore e redattore di HamelinProg.com, è archeologo e autore del romanzo noir "Tutto tranne il cane" (0111 Edizioni, 2017) e di diversi racconti pubblicati in varie antologie, nonché chitarrista della band alternative rock Malamente con all'attivo l'album "Stato vegetativo permanente". Appassionato di progressive rock, rock progressivo italiano anni '70, in particolare dei gruppi "minori", e contemporaneo, krautrock, space rock, scuola di Canterbury, avant-prog, rock sinfonico, jazz rock, musica sperimentale e molto altro.

Check Also

Sul Confine – In arrivo il nuovo album degli Aliante

Il 23 settembre 2019, a due anni dalla pubblicazione dell’ottimo “Forme libere”, gli Aliante daranno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *