VAK

Il progetto VAK nasce nel 2008 dall’incontro tra il batterista Vladimir Mejstelman (ex Grand Cerf, Laab Asi Ji Sui) e la cantante Aurélie Saintecroix, muove i primi passi sui sentieri musicali battuti dai connazionali Magma, ma negli anni amplia il proprio spettro sonoro a nuove e più estreme influenze: metal (Thomas Bourgenot chitarrista del gruppo fino al 2016, Joël Crouzet, Adhara), rock sperimentale (Alexander Michaan Marpl, Mur) e musica classica (Juliette Drigny flautista del gruppo fino al 2016).

Dopo due EP autoprodotti – “VAK”, pubblicato il 1° settembre 2012, e “Aedividea”, pubblicato inizialmente nel 2014 e poi ristampato dall’etichetta Soleil Zeuhl il 10 settembre 2015 – contrassegnati dalla progressiva costruzione di un’identità musicale ancora molto vicina allo zeuhl, i VAK indirizzano il loro sound verso un rock più sperimentale e progressivo, mostrando un crescente interesse per il movimento Rock in Opposition.

Tra il 2015 e il 2017, il gruppo lavora ad un nuovo album che riunisce le varie tendenze stilistiche in lunghe composizioni, che danno vita al loro primo album in studio, “Budo“, pubblicato il 7 settembre 2018. Con questo disco la formazione si trasforma in quartetto con l’ingresso di Alexander Michaan (tastiere, synth) e Joël Crouzet (basso, chitarra), arricchito dagli interventi strumentali degli ospiti (come con chitarre o flauti, sistematicamente presenti fino ad “Aedividea”).

Il sound dei VAK si concentra ora sulla fusione di un progressive rock frenetico, ruvido, più alternative e atmosferico, esplorando i territori sperimentali del rock degli anni 1970 e delle attuali avanguardie musicali.

Per maggiori info: VAK | Facebook

 

Formazione:

Vladimir Mejstelman: batteria

Aurélie Saintecroix: voce

Alexander Michaan: tastiere, synth

Joël Crouzet: basso, chitarra

 

Ex membri e collaboratori:

Michaël Havard: sassofoni in “Budo” nell’album “Budo

Nora Froger: flauti in “Au Fond des Creuses” nell’album “Budo

Hyder Aga: chitarre in “Au Fond des Creuses” nell’album “Budo

Thomas Bourgenot: chitarre nell’album “Aedividea”

Juliette Drigny: flauto traverso negli album “VAK” e “Aedividea”

Franck Varnava: basso nell’album “VAK”

 

Discografia:

2012 – VAK (Autoproduzione)

2014 – Aedividea (Autoproduzione)

2015 – Aedividea (Soleil Zeuhl)

2018 – Budo (Soleil Zeuhl)

Fotogallery

  • VAK
  • VAK
  • VAK

About Antonio Menichella

Antonio Menichella
Ideatore, membro fondatore e redattore di HamelinProg.com, è docente di disegno e storia dell'arte, artista visivo e grafico. Appassionato di rock psichedelico, acid rock, stoner, desert rock, neopsichedelia, progressive rock, rock progressivo italiano, space rock, krautrock, zeuhl, scuola di Canterbury, avant-prog, rock sinfonico, jazz rock, prog folk, prog metal, neoprogressive, hard rock, post-rock, musica sperimentale e molto altro.

Check Also

Metronhomme

I Metronhomme nascono a Macerata nell’estate del 2003 con l’idea di sviluppare un progetto originale, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *