Amsterdam di nuovo il campo di battaglia del famoso gioco Call of Duty: Rijksmuseum, CS e Muiderslot

Amsterdam di nuovo il campo di battaglia del famoso gioco Call of Duty: Rijksmuseum, CS e Muiderslot

I creatori di Call of Duty sono chiaramente grandi fan della città. Per la quarta volta, i giocatori possono utilizzare Amsterdam come campo di battaglia nello sparatutto, inclusi gli edifici che si trovano appena fuori dai confini della città. Questa volta puoi nella popolarissima versione gratuita del gioco, Warzone.

Per visualizzare questo contenuto, devi accettare i cookie.

Chiamata Vondel dai suoi creatori, la “mappa Warzone” è stata creata per la versione del gioco in cui un gran numero di giocatori competono fino a quando rimane una squadra o un giocatore. La dimensione della mappa è quindi maggiore del normale nel gioco.

Bene Muiderslot, niente Vondelpark

Poiché la mappa è così grande, ci sono diversi cosiddetti punti di interesse. Qui si trovano il Palazzo Reale, la stazione centrale e il Rijksmuseum. Per il resto, edifici come Waag, sul Nieuwmarkt, Eye e molte case sui canali sono inclusi come parti. Oltre a tutti i canali che attraversano la mappa, c’è anche un fossato intorno a un castello del XIII secolo. Che ricorda anche il Muiderslot, o Castello di Amsterdam. Colpisce che il Vondelpark non sia stato incluso, mentre la mappa sembra portare ancora il nome del parco.

A partire dal 14 giugno, Amsterdam sarà il campo di battaglia gratuito per la nuova stagione di Warzone. Tutti i momenti salienti di Amsterdam che i creatori del gioco hanno registrato sono qua trovare.

Quarta volta

Questa è la quarta volta che i creatori del famoso sparatutto scelgono le strade di Amsterdam. In Black Ops II, del 2012, un’Amsterdam invernale faceva parte del gioco per la prima volta. Dopodiché, Black Ops Cold War del 2020 era nel modalità campagna una parte del quartiere a luci rosse, dove due residenti hanno persino parlato di “servire… servire… servire bitterballen”.

READ  Balotelli-Brescia, polemica: striscioni, parcheggi e social network

In Modern Warfare II, pubblicato lo scorso anno, una versione super realistica di De Wallen poteva essere vista come una missione e i giocatori potevano affrontarla in un mappa multigiocatoreche assomigliava molto al Conservatorium Hotel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *