Ancora Corona: Scommesse come Tangentopoli, la Juve sapeva. Tonali? Mai puntato sul Milan, più di 50 nomi.. – Calciomercato.com

Ancora Corona: Scommesse alla Tangentopoli, la Juve sapeva. Tonali? Mai puntato sul Milan, più di 50 nomi.. – Hamelin Prog

Ancora Corona: Scommesse come Tangentopoli, la Juve sapeva. Tonali? Mai puntato sul Milan, più di 50 nomi.. – Calciomercato.com Ancora Corona: Scommesse alla Tangentopoli, la Juve sapeva. Tonali? Mai puntato sul Milan, più di 50 nomi.. – Hamelin Prog

Fabrizio Corona, noto personaggio televisivo italiano, ha recentemente tenuto un vivace intervento alla trasmissione radiofonica “La Zanzara” su Radio 24. Durante l’intervista, Corona ha sostenuto che sia giusto che la RAI lo remuneri per il suo impegno nell’informazione. Inoltre, ha annunciato che devolverà una parte del suo cachet a una società che si occupa di curare la ludopatia, dimostrando così la sua sensibilità verso questo problema diffuso nella società contemporanea.

Nel corso del dibattito, Fabrizio Corona ha fatto un paragone tra la situazione attuale e Tangentopoli, coinvolgendo tutti gli attori coinvolti nelle scommesse illegali sul calcio. In particolare, ha affermato che il 40% dei calciatori scommette regolarmente, includendo anche giocatori e il direttore sportivo della Juventus tra coloro che avevano conoscenza delle attività di scommesse.

Inoltre, Corona ha fatto riferimento a Zalewski, dichiarando che coloro che hanno smentito l’audio del suo intervento hanno semplicemente avuto paura delle conseguenze. Secondo lui, i giocatori scommettono sulla partita di calcio in generale, non sulla propria squadra. Un esempio concreto è stato fatto con Tonali, in cui Corona ha rivelato che puntava cifre esorbitanti.

Corona crede che i nomi coinvolti in questa vicenda siano più di 50 e si è mostrato fiducioso nel portare prove concrete in merito al coinvolgimento della Juventus. Durante l’intervista, ha criticato sia la società calcistica che i giocatori, dichiarando che il problema è legato sia ai soldi che alla stupidità e all’infantilismo dei calciatori stessi.

Fabrizio Corona ha evidenziato anche il fatto che scommettere sul calcio è vietato dalla legge e ha fatto riferimento all’utilizzo di siti illegali e allibratori. Nonostante le smentite da parte di Zalewski, Corona è convinto che la verità sia diversa.

READ  Morgan insulta il pubblico a Selinunte poi le scuse

Infine, Corona ha affermato che i veri protagonisti di questa vicenda sono i giocatori, molti dei quali scommettono sul calcio, ma non sulla propria squadra. Ha menzionato il caso di Zaniolo, sostenendo che abbia scommesso sulla partita di Coppa Italia. Ha inoltre rivelato che Tonali ha scommesso cifre esorbitanti non sul Milan, ma presso un banco scommesse.

La conferma di oltre 50 nomi coinvolti è un ulteriore elemento a supporto delle affermazioni di Corona. In conclusione, il noto personaggio televisivo ha promesso di presentare prove concrete il giorno successivo, smentendo la negazione di Bonucci e affermando che la Juventus era a conoscenza di tutto ciò che stava accadendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *