Apple sotto inchiesta in Germania per tecnologia anti-tracking nelle app |  ADESSO

Apple sotto inchiesta in Germania per tecnologia anti-tracking nelle app | ADESSO

Apple sotto inchiesta in Germania per tecnologia anti-tracking nelle app |  ADESSO

Il regolatore tedesco della privacy Bundeskartellamt avvia un’indagine per accertare se Apple stia violando le regole della concorrenza con la sua Trasparenza di tracciamento delle app. Pertanto, le app devono richiedere l’autorizzazione degli utenti prima che possano tenere traccia dei propri dati nelle app o nei siti Web di altre società.

Il regolatore vuole sapere se Apple non è un ostacolo per gli sviluppatori. Il presidente del Bundeskartellamt Andreas Mundt accoglie con favore il fatto che gli utenti stessi determinino il modo in cui i loro dati possono essere elaborati. “Ma un’azienda come Apple, che stabilisce le regole per il suo App Store, dovrebbe stabilire regole per aiutare la concorrenza”, afferma. “Dubitiamo che sia così quando vediamo che le regole di Apple si applicano agli altri, ma non alla stessa Apple”.

In questo caso, Apple avrebbe un vantaggio rispetto ai suoi concorrenti, ritiene il regolatore. Un’indagine preliminare dimostrerebbe che il colosso tecnologico si autoesclude dalle proprie regole. A proposito, Apple non aggiunge annunci alle proprie app, ma gli annunci possono essere visualizzati nell’App Store. Registrando quali app e siti visitano di più le persone, è possibile visualizzare annunci pubblicitari mirati.

Anche le autorità di regolamentazione di altri paesi stanno monitorando l’uso delle regole di tracciamento di Apple. Francia e Regno Unito affermano di seguire da vicino il caso e la Polonia ha annunciato un’indagine alla fine dello scorso anno.

READ  Recensione di Company of Heroes 3: acquisto, spazzatura economica o rottami?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *