Aurore polari magnifiche causate da una tempesta solare – Hamelin Prog

Aurore polari magnifiche causate da una tempesta solare – Hamelin Prog

Una nuova tempesta solare ha raggiunto la Terra il primo dicembre di quest’anno, regalando agli appassionati di astronomia uno spettacolo di aurore boreali e australi spettacolari in entrambi gli emisferi. Gli scienziati classificano questa tempesta solare come appartenente alla classe G3, rendendola di intensità moderata rispetto ad altri eventi simili.

Tuttavia, uno studio condotto dall’Università di Nagoya ha recentemente identificato un’altra tempesta solare estrema risalente addirittura al 1872. L’eruzione solare di questo primo dicembre è stata imponente ma non paragonabile a quella del 1872, che causò aurore visibili anche in zone prossime all’equatore.

La tempesta solare del 1872, infatti, causò interruzioni nelle comunicazioni via telegrafo per diverse ore, causando un notevole scompiglio. Per capire a fondo questo evento, il gruppo di ricercatori ha analizzato e studiato attenatamente vecchi dati sulle macchie solari e misurazioni del campo geomagnetico, ricostruendo gli eventi di quel periodo.

Ciò che emerge da questa ricerca è l’enorme potenzialità distruttiva anche di macchie solari di dimensioni ridotte, che possono generare tempeste geomagnetiche di notevole entità.

Tale scoperta sottolinea l’importanza di preservare e analizzare documenti storici relativi a questi fenomeni, in modo da comprendere e mitigare il loro impatto sulla terra e sulla nostra tecnologia moderna.

La tempesta del 1872 rappresenta quindi un caso di studio significativo per gli scienziati, che si impegnano nella ricerca di misure per prevedere e mitigare gli effetti delle tempeste solari sulla Terra.

READ  Questi cellulari non avranno più WhatsApp dal 29 febbraio: lelenco completo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *