Bestemmia, Buffon squalificato: salta il derby

Sanzionato con una multa, il portiere della Juventus era stato rinviato: accolto il ricorso della Procura federale, sentenza di un giorno

Nel momento in cui si parla del suo futuro a lungo termine, intanto, il futuro immediato di Gigi Buffon è deciso dalla giustizia sportiva. La Corte Federale d’Appello presieduta da Mario Luigi Torsello ha accolto il ricorso della Procura federale, imponendo a Gianluigi Buffon un giorno di ricusazione.

Il portiere della Juventus, sanzionato dal Tribunale Federale Nazionale con una multa di 5.000 euro, era stato sospeso per aver pronunciato una sentenza contenente un’espressione blasfema durante la partita contro il Parma del 19 dicembre. Buffon salterà quindi il derby con il Torino in programma sabato 3 aprile alle ore 18.

Storia

L’espressione blasfema non è stata colta subito dalla squadra arbitrale: da qui il mancato provvedimento da parte del giudice sportivo. Una successiva inchiesta della Procura federale, però, ha portato Buffon ad essere licenziato “per aver pronunciato, durante la partita Parma-Juventus, circa 80 minuti di gioco, rivolgendosi al compagno di squadra Manolo Portanova, una sentenza contenente un’espressione blasfema”. Il Tribunale federale aveva deciso: una multa di 5.000 euro, nessuna decadenza. Ma la procura ha presentato ricorso, ora accolto dalla Corte d’appello federale con squalifica per un turno.

READ  Chiesa, il no a un nuovo attaccante, aggiornamento sui rinnovi: conferenza stampa di Daniele Pradè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *