Charles Leclerc sorride, nessun rimpianto per Carlos Sainz

Venerdì Santo per il Ferrari una Pietra d’argento. Charles Leclerc scatterà dal quarto posto in griglia di partenza nella prima Qualificazione sprint dalla storia di Formula 1: il monegasco nelle qualifiche di venerdì sera è riuscito a mettersi dietro ai due Mercedes e di Max Verstappen.

“Mi è piaciuto questo venerdì. Generalmente Mi piace avere poca preparazione. C’era meno tempo per guardare i dati, dovevi essere subito. Mi piace il mio modo di approcciarmi. Ora i nostri occhi sono puntati sulla gara di sabato e speriamo di fare bene”, ha detto Leclerc.

Piuttosto rammarico per Carlos Sainz, nono dopo Q1 e Q2, ha battuto lo stesso Leclerc: “Sembrava stesse andando bene, in Q2 ero molto veloce. Ma per qualche ragione per cui ancora non capisco nel terzo trimestre siamo andati più lenti rispetto alla seduta precedente. Non ho trovato il feeling con la macchina e non abbiamo ripetuto il tempo della Q2, che sarebbe bastato per essere quinto o sesto. C’è qualcosa da analizzare in questo, visto il Qualificazione sprint“.

È piuttosto il commento del ds Mekies: “Il lavoro di Charles e della sua squadra in qualifica è stato ottimo, con una rosa affiatata e meno tempo per prepararsi, ha lavorato molto durante le qualifiche. C’erano così tanti dettagli da sistemare in macchina. Ha lavorato molto, visti i pochi dati di stamattina. È stata una sessione di lavoro, durante la quale ha finalmente fatto un ottimo giro. il il quarto posto è meritato per la qualità di questo lavoro. Peccato per Carlo, aveva la stessa velocità, ma per pochi decimi ed è dall’altra parte del gruppo centrale. Ma il lavoro svolto è stato buono”.

READ  Fasi di caos, Serie A contro politica: il Sassuolo apre solo agli ospiti, anche il Veneto dice sì a 1000 tifosi | Prima pagina

Sul sabato mini gara: “Una strategia per domani? Non è ovvio che tutti inizino con il software. C’è tanto lavoro analitico da fare e tanto lavoro in programma per domani mattina, con una seduta dedicata proprio a quello. Il lavoro non è finito oggi. Dobbiamo lavorare molto per ottimizzare la macchina e fare le scelte giuste”.

OMNISPORT | 07-16-2021 21:23

Carattere: Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *