CNET renderà più chiaro quali articoli sono scritti da AI – IT Pro – News

Quindi Internet si sta lentamente concentrando maggiormente su informazioni e fatti.

Se presto tutti utilizzeranno l’IA per fornire informazioni, vorrà dire che tutte queste sciocchezze che ora vedi su Internet e le mille e una ripetizione dello stesso evento di cronaca non accadranno più. Perché non ci sono soldi da fare con esso.

Presto, giornalisti e siti di notizie non si distingueranno per rispiegare ciò che altre fonti di notizie hanno già detto, ma offriranno notizie reali e rapporti e fatti originali.

Aggiungete a ciò un underlay crittografico che gira su Internet e avrete un sistema perfetto.

Il vantaggio per i consumatori è che hanno un’unica fonte da cui provengono le informazioni (eventualmente integrate o modificate da altre, che possono essere completamente tracciate tramite il controllo della versione).

Il vantaggio per il giornalista o la persona che ha pubblicato le informazioni è che riceveranno pieno credito e commissione per chiunque utilizzi le loro informazioni, indipendentemente da dove si trovino nel mondo e in quale lingua.

Quindi supponiamo;

  • l’agenzia di stampa 1 riferisce di qualcosa che è successo nel mondo.
  • The Freelance Reporter 2 ha ulteriori informazioni su questo e le sta aggiungendo alla storia.
    Non hanno bisogno di trovare titoli o testi fantasiosi, solo fatti, fonti e informazioni.
  • Ogni volta che vengono utilizzate le informazioni aggiuntive del Giornalista 2, l’Agenzia di stampa 1 riceve una commissione dal Giornalista 2 e il Giornalista 2 riceve quindi la commissione dalla persona che ha consumato i dati.

Questo sarà spesso un canale TV, Google Home o un’altra grande azienda che paga tutto in base alle entrate pubblicitarie.

Ciò garantisce che i giornalisti possano rimanere imparziali, pur ricevendo il loro reddito.

READ  Coppa Italia, la Juve soffre ma ai supplementari batte il Genoa 3-2 e si qualifica ai quarti di finale

Vedo il formaggio in questo modello e penso che staremmo tutti molto meglio. Invece di tutta la disinformazione e i “rapporti” molto supponenti, ora arriviamo ovunque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *