Coronavirus in UK, studio del governo: “La nuova ondata potrebbe uccidere 85mila” – La Stampa

Un secondo picco di infezioni da Covid-19 nel Regno Unito in autunno-inverno potrebbe causare fino a 85.000 morti. Lo rivela uno studio del governo rivelato dalla BBC. Secondo lo studio dell’ente scientifico consultivo Sage, alcune restrizioni potrebbero essere reintrodotte e mantenute fino a marzo 2021, anche se le scuole restano aperte.

Coronavirus, OMS: “Devi parlare con i negazionisti, ma intendo dire che il virus è reale e uccide”

Il documento specifica che si tratta di uno scenario che “potrebbe verificarsi nel caso peggiore”, non necessariamente destinato a concretizzarsi anche se al momento vi è molta incertezza. Lo studio è stato preparato per aiutare le autorità a pianificare gli obitori e i servizi di sepoltura ed evitare di essere sopraffatti nei prossimi mesi.

Come potrebbe finire la pandemia di Covid-19: tre possibili scenari

Il documento è stato redatto partendo dal presupposto che le scuole rimarranno aperte e che le misure di tracciabilità, isolamento e quarantena del governo saranno efficaci solo al 40% nel ridurre la diffusione del coronavirus.

READ  Coronavirus nel mondo: contagi, aggiornamenti e tutte le novità della situazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *