Decompilazione gioco N64 Perfect Dark ‘quasi completa’, attivazione porte – Gaming – News

Un progetto di decompilazione incentrato sul gioco per Nintendo 64 Perfect Dark è in fase di completamento. Lo sviluppatore ha simulato il gioco nel linguaggio di programmazione C e quando viene eseguito attraverso lo stesso compilatore utilizzato per il gioco N64, viene prodotto lo stesso output.

Un elemento importante in questo tipo di progetti è che viene imitato solo il codice del gioco. Una volta completato questo lavoro, lo sviluppatore avrà creato una versione del gioco che, a causa della natura pubblica del suo codice sorgente, può essere facilmente trasferita, patchata e modificata. I giocatori dovrebbero sempre possedere un . con tale porto ROM dall’originale Perfect Dark. Il progetto può quindi risorse come trame e file audio da utilizzare durante l’esecuzione del gioco.

Solo perché il progetto è finito non significa che il gioco sia immediatamente giocabile. Lo stesso trattamento ha ricevuto The Legend of Zelda: Ocarina of Time, sempre per Nintendo 64. Poco meno di quattro mesi dopo la decompilazione del gioco è stata eseguitaè arrivato una presa per PC. Tale port per PC potrebbe apparire anche per Perfect Dark con la decompilazione.

Il fatto che il lavoro sia “quasi finito” piuttosto che completato non è un grosso problema, secondo Ryan Dwyer, lo sviluppatore dietro il progetto. Giovedì ha aggiunto a Leggimi del progetto: “Le versioni ntsc-1.0 e ntsc-final sono state completamente decompilate, ma alcune funzionalità non sono ancora state corrispondenza dei byte pur essendo funzionalmente lo stesso. La pagina di stato non li elenca ancora al 100% perché conta solo le caratteristiche corrispondenti.”

Oltre a Perfect Dark e Ocarina of Time, c’è anche un Progetto di decompilazione di Super Mario 64. Ad esempio, questo ha portato ad a Port per PC di questo gioco con ray tracing. I decompilatori di Zelda stanno anche lavorando su a Decompilazione della maschera di Majora, che è completo per circa il 70%. Tali progetti tentano di evitare l’illegalità non distribuendo il codice di Nintendo, ma un codice auto-scritto e funzionalmente identico. Per ora, questo tipo di progetti non viene portato offline, nemmeno a distanza di qualche anno.

READ  La Russia dice che lascerà la ISS dopo il 2024, la NASA non sa nulla | Tecnologia

Dalla vecchia scatola: la prima missione di Perfect Dark (2000)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *