dell’autopsia un dettaglio scioccante – Libero Quotidiano

Giallo, accuse, polemiche, sospetti. La morte di Diego Maradona è diventato un caso in Argentina e in tutto il mondo. Nel frattempo sono iniziate le indagini forensi sul Pibe de Oro, per capire se dietro la sua morte ci sono delle responsabilità: sangue, urina, tamponi nasali prelevati durante l’autopsia. Cuore incluso. Ed è vero un’indiscrezione relativa al cuore di Maradona che fa riflettere. In attesa dei test, che verranno effettuati nelle prossime ore in diversi laboratori, apprendiamo che Diego è nel cuore pesava il doppio di un cuore normale. Da quanto scoperto dai patologi forensi che hanno eseguito l’autopsia, il campione soffriva di “cardiomiopatia dilatativa” e il suo organo pesava più di 500 grammi. Questo elemento sarà ovviamente valutato, così come altri studi tossicologici volti alla determinazione se ha tracce di alcol, droghe o altre sostanze nel corpo al momento della sua morte. Come accennato, la maggior parte delle indagini inizierà oggi, mercoledì 2 dicembre, a La Plata, presso la Soprintendenza Forense.

READ  Finali ATP 2020: Daniil Medvedev infrange il sogno di Rafael Nadal di vincere la finale per la prima volta. Lo spagnolo ha servito anche per il 5-4 secondo set. Il russo è in finale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *