Djokovic non è lui stesso, ma raggiungerà i quarti di finale del terzo torneo del 2022

Djokovic non è lui stesso, ma raggiungerà i quarti di finale del terzo torneo del 2022

Nella sua città natale di Belgrado, Novak Djokovic è sfuggito a un altro rapido ko. Il numero uno del mondo si è guadagnato l’addio al primo turno del Serbia Open ed è stato semplicemente troppo forte per il connazionale Laslo Djere negli ottavi in ​​abbigliamento normale: 2-6, 7-6 (6 ) e 7-6 ( 4) .

È solo il terzo torneo del 2022 per Djokovic, che ha iniziato l’anno con il suo controverso accordo per il visto di Melbourne che lo ha tenuto fuori dagli Australian Open. A causa del suo stato di non vaccinato, il serbo non ha potuto partecipare alla maggior parte degli altri tornei.

Djokovic, che è stato sostenuto a gran voce dal pubblico di casa nella capitale serba, è chiaramente privo di ritmo di gioco. Ha immediatamente restituito il servizio nella prima partita. In tutti i suoi servizi successivi, ha dovuto concedere breakpoint, di cui Djere è riuscito a usarne uno in più.

Djokovic è diventato sempre più dominante nel secondo set. Alternava bei palloni a falli incomprensibili. Il set è durato quasi un’ora e mezza a causa dei lunghi scambi e Djokovic ha finalmente segnato il suo sesto set point.

Le condizioni di Djokovic si sono rivelate buone nel terzo set. Ci sono state occasioni avanti e indietro, ma il favorito del pubblico è tornato in testa dopo quasi tre ore e mezza di gioco nel tie-break.

READ  Passare da Juve-Napoli a Bayern-Psg è come cambiare sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *