Djokovic vince il Roland Garros e regala la racchetta a un ragazzo “Mi ha sostenuto e mi ha dato consigli tattici” – Corriere.it

C’è una persona a Parigi che è stata più felice di Novak Djokovic. Un ragazzo a cui Nole ha dato la sua racchetta. “Mi ha dato la tattica giusta”, ha detto il serbo dopo aver vinto il suo 19° Grande Slam per la seconda volta che ha vinto il Roland Garros. Era esausto, Djokovic, ribaltato nei primi due set da Stefanos Tsitsipas: poi si è rialzato, aiutato dal suo fisico, dai suoi colpi, dalla sua tenacia e anche dall’incoraggiamento di un tifoso speciale.

“Fondamentalmente, mi era nelle orecchie tutta la partita, soprattutto quando avevo due set da recuperare – le parole del numero 1 del mondo -. Mi ha incoraggiato. Mi ha dato infatti anche indicazioni tattiche”. Ma di che tipo? “Tieni il servizio, prendi prima una palla facile, poi detta il gioco, vai al suo rovescio. Mi stava letteralmente allenando. Era una cosa molto, molto bella. E regalargli la mia racchetta a fine partita è stato un segno di gratitudine per lui che mi ha sempre sostenuto”.


Nole non ha il seguente d . planetarioio federené i calorosi applausi di Nadal. Era sempre abituato a giocare in stadi freddi con lui, anche questa volta a Parigi la maggior parte del pubblico era favorevole Tsitsipas, il greco era alla sua prima finale del Grande Slam. Sottolinea anche l’enorme forza mentale del serbo. Non è stato comunque l’unico regalo di un magico pomeriggio a Parigi. Dopo il baccano, Nole ha consegnato un cappellino rosso ad un altro ragazzo in tribuna, fermandosi a parlargli per qualche minuto. Anche questo bambino è tornato a casa con ricordi indimenticabili.

READ  Bardet, Quintana e Mollema coinvolti in un incidente - OA Sport

13 giugno 2021 (modificato il 13 giugno 2021 | 23:25)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *