Dylan van Baarle salta il Giro delle Fiandre, Jumbo-Visma costruisce una squadra intorno a Wout van Aert

Giovedì 30 marzo 2023 alle 15:17

La Jumbo-Visma deve fare a meno di Dylan van Baarle al Giro delle Fiandre. Il leader olandese non si è ancora completamente ripreso dalla caduta della scorsa settimana durante l’E3 Saxo Classic. Ciò significa che il leader Wout van Aert deve perdere un importante leader ombra Il più bello delle Fiandre.

L’assenza del vincitore di Omloop Het Nieuwsblad, Van Baarle, darà un duro colpo al solido blocco di Jumbo-Visma. L’anno scorso il pilota olandese di classiche è riuscito a finire secondo nella Messa solenne fiamminga.

In un primo momento, Van Baarle ha indicato che non si aspettava di dover saltare il Giro delle Fiandre dopo la sua caduta. “Ho subito avuto molto dolore al ginocchio, quindi non sono riuscito ad alzarmi da solo. Insomma, alla fine è andata piuttosto bene. Sabato sono stato in grado di pedalare di nuovo per due ore. Ora la mia spalla mi dà più fastidio del ginocchio o dell’anca, quindi salta un po'”, ha detto mercoledì.

Wout van Aert è deluso dall’annullamento di Van Baarle. “È una sconfitta per la squadra. Nelle classiche lunghe ha già dimostrato di essere un valore aggiunto. Sta a noi gestirlo bene ora”, ha detto durante una conferenza stampa del team.

Forte gruppo attorno a Van Aert
Le pedine più importanti intorno a Van Aert saranno Christophe Laporte e Tiesj Benoot. Laporte ha vinto Gent-Wevelgem e Dwars door Vlaanderen la scorsa settimana, mentre Benoot ha già vinto Kuurne-Bruxelles-Kuurne questa primavera.

Nathan Van Hooydonck ha anche dimostrato di poter giocare un ruolo importante nelle finali di grandi classiche come il Giro delle Fiandre. Il sette di Jumbo-Visma è completato da Tosh Van der Sande, Edoardo Affini e Tim van Dijke. Quest’ultimo ha sostituito Van Baarle e ha fatto il suo debutto a La Ronde.

READ  F1 GP Azerbaigian, Verstappen subito primo nelle FP1. poi le Ferrari

Leggi anche:

Anteprima: Giro delle Fiandre 2023 – Van der Poel, Van Aert o Pogacar?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *