“E’ dura, suonano lo stesso ogni 3 giorni e chi torna non è pronto. Sui rossi e Osimhen…”

L’allenatore del Napoli Luciano Spalletti, nel post partita di Coppa Italia contro la Fiorentina, ha parlato al microfono di Mediaset: Non siamo stati così bravi e non siamo stati in grado di gestire bene il power play, non siamo stati bravi a gestirlo perché la Fiorentina l’ha gestita abbastanza bene e poi ha trovato il vantaggio in un episodio.

Delle due espulsioni: “Li ho visti di nuovo, ma non voglio avvicinarmi perché diventa difficile. Lozano prova a togliere il piede, è un leggero calpestio. A volte non capisco se il primo avviso di Fabian e la voce di Duncan hanno lo stesso valore. Ma potevamo giocare ed eravamo in inferiorità numerica. La prima responsabilità è nostra.

Sulle note positive: “Non ce ne sono, tutti abbastanza complicati dal punto di vista gestionale. Questi sono gli stessi giocatori che hanno giocato tre giorni fa, quello che è entrato è stato arrestato per dieci giorni. Tra tre giorni giocheremo con molti di loro, è un momento in cui molte partite si sovrappongono e non ci sono giocatori. Se fosse possibile avere nuove forze contro il Bologna, usciresti da quelle complicazioni che arrivano giocando al 12′, molto in inferiorità numerica.

Il tuo Osimhen: “Verrà con noi lunedì, dobbiamo valutare attentamente quale possa essere il suo corretto utilizzo e la possibilità che sia in buone condizioni”.

READ  Anteprima F1: "Pérez è in una posizione difficile come compagno di squadra di Verstappen" | Formula 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *