Euro 2020, Verratti accusa l’Italia: “Dobbiamo pensare in grande” | Nuovo

“Dovremo giocare sempre allo stesso modo, con la stessa cattiveria, la stessa voglia, lo stesso coraggio”

A due giorni dagli ottavi di finale di Euro 2020 contro l’Austria, Marco Verratti carica l’Italia. “Devi pensare in grande – disse la mediana azzurra -. Sarà una partita molto difficile, ma dovremo farlo gioca sempre allo stesso modo, con la stessa cattiveria, la stessa voglia, lo stesso coraggio“.” In questo modo penso che possiamo fare una grande gara e qualcosa di straordinario in futuro“, Ha aggiunto.


Guarda anche
Italia, Verratti si prepara per l'Austria Euro 2020
Italia, Verratti si prepara per l’Austria

“Certo, più vai avanti, più aumenta la pressione, ora le gare iniziano con ‘dentro o fuori’, quindi devi mantenere la serenità, l’entusiasmo e andare avanti così”, ha aggiunto Verratti. “Quando non ti poni certi obiettivi, è difficile raggiungerli – ha proseguito -. Puntiamo a fare il giro dell’Austria e quindi pensiamo in grande”. “Ora siamo considerati tra i favoriti? Penso che dipenda molto anche dai risultati che otteniamo, ma come ho detto dobbiamo sempre pensare a noi stessi perché sono sicuro che quando le cose andranno male i primi a criticarci saranno quelli che oggi abbiamo elogiato – ha spiegato. il centrocampista del PSG -. Dobbiamo valutare partita dopo partita e continuare a giocare come sappiamo, con calma, senza pressioni, dando ancora la vita in campo e divertendoci: così possiamo dire la nostra. “

Poi alcune considerazioni sul suo ritorno domenica scorsa con il Galles dopo l’infortunio al ginocchio che lo ha messo a rischio di saltare il secondo Europeo consecutivo. “E’ stato emozionante. Rappresentare l’Italia in questa competizione è speciale – ha spiegato – e ringrazio Mancini che mi ha aspettato e mi ha sempre dato fiducia”.

READ  battere il Barcellona, ​​Ataman re di EuroLeague

Nelle prime due partite con Turchia e Svizzera, Verratti è stato sostituito da Locatelli con cui sabato è agli ottavi: “E’ importante avere un gruppo di livello, un vantaggio per l’allenatore e per noi. squadra che si diverte e sa essere protagonista”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *