F1: boom Russell e Hamilton? Wolff rivela come l’ha presa il campione

UN Gran Premio che ha leggermente cambiato l’equilibrio all’interno di una squadra che vive da anni certezzee a campo indiscusso. Stiamo parlando del Mercedes, che ha Sakhir doveva abbandonare Lewis Hamilton Mi fermo per il coronavirus, ma l’ho fatto scoperto un grande George Russell. Il giovane inglese, sostituto occasionale del sette volte iridato, ha dominato a lungo la gara dover rinunciare a una vittoria meritata solo per colpa di circostanze sfortunate. E la domanda che molti si sono posti in queste ore è: come ha vissuto l’impresa del giovane collega che Lewis Hamilton costretto a fermarsi?

Una domanda a cui ha risposto onestamente e candidamente Toto Wolff, Mercedes Team Director, in un’intervista a “Sky Deutschland”: “Se un pilota emergente guida l’auto con cui hai vinto il titolo mondiale, questo non farti saltare di gioia“.

Un Hamilton quindi concretamente preoccupato dal boom di Russell, per ammissione del suo stesso capo. Che ha anche illustrato contestualmente le possibilità che gli anglo-caraibici devono affrontare torna alla ruota in occasione dell’ultimo round di campionato della stagione annuncia Abu Dhabi.

“La situazione è chiaramente delicato, perché Lewis non è a casa ma giace sul letto in camera d’albergo. Non è piacevole. Ma penso che lo sia sulla retta via per tornare “, ha spiegato Wolff.

“Se i tempi di recupero sono secondo le istruzioni dei medici, potrebbe essere giovedì o venerdì negativoAggiunto il numero uno del team Mercedes.

Ora comunque molto stretto, il che porterebbe Hamilton a presentarsi comunque ad Abu Dhabi molto tardianche nella migliore delle ipotesi.

E Russell, Nel frattempo, zampe.

READ  Zidane vicino alla quarta semifinale, Guardiola vuole la prima con City | Nuovo

OMNISPORT | 07/12/2020 23:32

Carattere: Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *