finale perfetto con l’Italia, la Danimarca beffata ai supplementari – Libero Quotidiano

LONDRA (INGHILTERRA) (ITALPRESS) – L’avversario dell’Italia nella finale di Euro 2020 sarà l’Inghilterra. La nazionale di Southgate ha battuto 2-1 la Danimarca ai supplementari vincendo una finale internazionale che mancava da 55 anni. Vale a dire del successo mondiale del 1966, in piena Wembley che sarà teatro dell’ultimo atto con gli Azzurri e che fu teatro della storica rete di Harry Kane dopo 104′ di paura e sofferenza.

L’attaccante del Tottenham segna il suo quarto gol nel torneo e si prepara a sfidare Donnarumma in una cornice mitica, che oggi ha saputo regalare spettacolo in campo e sugli spalti. Ma solo da 30′. Nella prima mezz’ora infatti il ​​ritmo è lento, le due squadre sembrano studiarsi a vicenda e la partita fatica ad alleggerirsi. Una delle sorprese di questo Campionato Europeo è l’inizio dello spettacolo. Spettacolare punizione di Mikkel Damsgaard che al 30′ sigla una doppietta di buon umore: è il primo gol subito da Pickford in questo torneo ed è il primo sigillo su punizione di prima nella rivista. L’Inghilterra non sente il contraccolpo psicologico. Anzi, si scuote e prende in mano la partita.

Al 38′ palla di Saka al centro per Sterling che calcia da due passi Schmeichel. Tempo un minuto e l’Inghilterra trova il pareggio con un’azione fotocopia: Kane si accende per Saka, cross al centro e goal contro il suo campo Kjaer per cercare di anticipare Sterling. Al 55 c’è quella che può essere la parata dell’Europeo: calcio piazzato dalla destra di Mont, Maguire suona il clacson sul primo palo ma Schmeichel supera e nega il gol con un bel intervento. Questa è l’ultima grande occasione prima del triplice fischio e dell’inizio dei tempi supplementari.

READ  Schumacher, questo dubbio risolto dalle masse - Formula 1

94′ lampo di Kane: tiro in profondità e diagonale in spaccata ma Schmeichel resta superlativo. Al 101′ si scatena Sterling che provoca il panico in area e cade in area dopo il contatto con Jensen e Maehle. Makkelie concede il rigore, dagli undici metri Schmeichel ipnotizza Kane che sulla ribattuta firma il 2-1 che vale la prima finale europea della storia dei tre leoni.

(ITALPRESS)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *